Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

8 marzo: 20 anni Pechino; eventi Onu, Italia, parità sia obiettivo post 2015

NEW YORK – Nonostante i tanti passi avanti, la via verso la parita’ e’ ancora lunga. A 20 anni dalla Conferenza di Pechino, le Nazioni Unite segnano la Giornata della Donna con una serie di appuntamenti imperniati sulla 59esima Commission on the Status of Women (CSW) a cui partecipano folte delegazioni da tutto il mondo. L’Italia all’ONU organizza cinque side-events a partire da lunedì quando in collaborazione con la Tanzania verra’ inaugurata una mostra di fotografie di Kasia Ciechanowska “A Waiting Room – Mothers and Children First”.

securedownload-1La mostraorganizzata dalla ONG italiana CUAMM Medici con l’Africa, racconta un giorno nella vita di Eliza che sta aspettando, in un accampamento vicino all’ospedale Tosamaganga, la figlia che ha dato alla luce una bambina prematura.  Tagliera’ il nastro il sottosegretario Benedetto Della Vedova, capo della delegazione italiana alla CSW.

CSW59_FINAL_360px_Highlight

Venti anni fa la Conferenza di Pechino aveva aperto una nuova era. La dichiarazione finale adottata da 189 paesi aveva costituito il primo impegno formale da parte di stati, governi, forze economiche, sociali, politiche e culturali per la valorizzazi

Presentando venerdi’ i lavori della Commissione, il segretario generale dell’ONU  Ban Ki moon ha osservato che “importanti progressi” sono stati fatti negli ultimi due decenni: le donne partecipano di piu’ alla vita politica, la mortalita’ materna e’ diminuita, il gender gap nell’istruzione primaria si sta chiudendo. E tuttavia altri dati mostrano che troppo deve essere ancora fatto:  ad oggi e’ donna solo un parlamentare su cinque mentre, all’attuale tasso di progresso, ci vorranno 81 anni perche’ le donne raggiungano la parità sul posto di lavoro con gli uomini. E poi la violenza: una pandemia che nel mondo colpisce una donna su tre.

Venti anni fa la Conferenza di Pechino aveva aperto una nuova era. La dichiarazione finale adottata da 189 paesi aveva costituito il primo impegno formale da parte di stati, governi, forze economiche, sociali, politiche e culturali per la valorizzazione delle donne come leva per la trasformazione delle attuali forme di sviluppo e convivenza.

giovanna martelli L’Italia e’ impegnata perche’ la parità di genere sia parte integrante di tutti gli obiettivi del millennio post 2015 e perché risulti anche come “stand alone goal”. Secondo l’Italia, che alla CSW sara’ rappresentata anche dall’on. Giovanna Martelli, Consigliere della Presidenza del Consiglio per le questioni di genere, pace e democrazia sono i prerequisiti per l”empowerment” delle donne, mentre sviluppo e partecipazione sono cruciali per la loro sostenibilita’.

Sono venute a New York come parte della delegazione italiana anche le senatrici Maria Cecilia Guerra e Maria Rizzotti e le deputate Pia Elda Locatelli e Milena Milenato, oltre a responsabili dei Ministeri del Lavoro, dell’Economia, delle Politiche Agricole, del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio e dell’Istat. (7 marzo 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts