Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Donne: Della Vedova; empowerment donne passa anche per EXPO

Il sottosegretario Della Vedova

NEW YORK – L’Expo e’ “il nostro fiore all’occhiello”, una iniziativa che unirà, nei sei mesi della manifestazione milanese, donne di tutto il mondo su temi come la produzione agricola, la sicurezza alimentare, la lotta agli sprechi, l’imprenditoria femminile grazie al progetto Women for Expo. Tra un bilaterale e l’altro a sostegno della candidatura italiana per un seggio non permanente in Consiglio di  Sicurezza il Sottosegretario agli Esteri benedetto della Vedova incontra i giornalisti e anticipa i temi del suo  intervento alla sessione plenaria della Commissione sullo Stato delle Donne.

B_wOUoOWQAAZpN-.jpg-largeDella Vedova ha delineato tutti i temi dell’impegno italiano a vent’anni dal vertice sulle donne di Pechino: le iniziative della Cooperazione Italiana per l'”empowerment” delle donne a livello di comunità locale, dalla Siria all’Afghanistan, i territori Palestinesi e l’Africa Sub-sahariana, il contrasto ad ogni forma di violenza, l’impegno per l’aumento dell’occupazione femminile, gli interventi in aree di conflitto e post-conflitto per assicurare che i diritti umani e l’eguaglianza di genere siano i pilastri su cui fondare processi di ricostruzione istituzionale e del tessuto sociale e il rafforzamento delle prospettive di crescita economica.

A nome del governo italiano, Della Vedova ha sottolineato che per l’Italia la questione di genere non e’ solo uno “stand alone issue”, un tema a se’ stante, ma una questione che taglia trasversalmente tutti i punti dell’agenda dello sviluppo sostenibile diventando la variabile di tutte le politiche in sede internazionale. Tutto questo in vista dell’appuntamento di settembre che, nei 70 anni dell’Onu, traccerà i nuovi obiettivi per il dopo 2015 a cui le riflessioni di Expo daranno un contributo sostanziale.

Nella sua tappa all’Onu per le giornate dedicate dall’organizzazione internazionale alle donne, Della Vedova ha partecipato anche a una tavola rotonda sui matrimoni forzati e precoci che sono, assieme alla campagna contro le mutilazioni genitali femminili, uno dei temi qualificanti dell’agenda italiana all’Onu sul fronte dei diritti umani. Il Sottosegretario ha avuto inoltre numerosi bilaterali – Armenia, Papua Nuova Guinea, Sudafrica, Kenya, Bosnia e Uzbekistan – a sostegno della candidatura italiana per un seggio non permanente in Consiglio di Sicurezza nel biennio 2017/18.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts