Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Peacebuilding: Cardi, appello a inclusivita’ negli sforzi di pace

Sebastiano Cardi

(di Arturo Zampaglione) NEW YORK – L’Italia torna nella Commissione per il Peacebuilding con un appello all’insegna della “inclusivita'”, che e’ “chiave” per “rafforzare le identità nazionali, far leva su risorse e capacita’ locali e nelle questione di genere che “dovrebbero essere al cuore di ogni sforzo di peacebuilding in societa’ devastate dalla guerra”.

Nel suo intervento oggi in Commissione, il Rappresentante Permanente italiano all’ONU Sebastiano Cardi ha ricordato le “molte aree di instabilità molto vicine all’Italia” che “auspicabilmente avranno bisogno dell’attenzione della Commissione” e che il peacebuilding e’ nel DNA delle attività dell’Italia al servizio della pace nel mondo: “La presenza in Commissione – ha detto Cardi – riflette il tradizionale impegno italiano nel peacekeeping e l’attenzione prestata a materie legate alla ‘costruzione di istituzioni’ come dimostrato in Libano, Kosovo, Afganistan”.

Dai Balcani e l’Asia all’Africa: l’ambasciatore ha ricordato gli sforzi italiani nella Repubblica Centroafricana (CAR, in cui proprio oggi si trova in missione il Consiglio di Sicurezza), ha cui ha dato il suo apporto nelle ultime settimane anche la Comunita’ di Sant’Egidio. La ONG di Trastevere che ha costruito la pace in Mozambico negli anni Novanta ha promosso un processo di mediazione inter-religioso e politico culminato lo scorso 27 febbraio nella firma di un “Appello di Roma” da parte dei principali leader politici della CAR.

L’Italia e’ stata eletta la scorsa settimana per acclamazione nella Commissione per il Consolidamento della Pace, un’organismo ONU nato dieci anni fa su proposta di un gruppo di esperti di alto livello nominato dal Segretario Generale Kofi Annan. Composta di trentuno membri scelti tra i tre principali organi delle Nazioni Unite – Assemblea Generale, Consiglio di Sicurezza e ECOSOC – sulla base del loro contributo alle Nazioni Unite in generale e al peacekeeping,  la Commissione raggruppa tutti gli attori rilevanti, allo scopo di mobilitare risorse e fornire consulenza in materia di strategie integrate, per ristabilire la pace in situazioni di post-conflitto.

L’Italia ha fatto parte della Commissione per il Peacebuilding già nel primo biennio 2006-2008. (11 marzo 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts