Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Onu: diritti umani, si Italia a 176 raccomandazioni, anche su nozze gay

ROMA – Si è conclusa  al Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite a Ginevra la Revisione periodica universale dell’Italia. Delle 186 raccomandazioni formulate al nostro Paese il 27 ottobre scorso – rende noto il ministero degli esteri – l’Italia ha accettato 176 raccomandazioni, tra cui 23 relative all’istituzione di un organismo nazionale indipendente per la promozione e tutela dei diritti umani in linea con i principi di Parigi. La Farnesina  sottolinea la particolare rilevanza, tra gli impegni assunti dall’Italia, dell’istituzione di un organismo nazionale indipendente per i diritti umani. E’ un argomento sul quale si sta già lavorando da tempo in consultazione con la società civile, e in considerazione dei quattro progetti di legge di iniziativa parlamentare presentati in questa legislatura.

Solo pochissime raccomandazioni non sono state recepite, più che altro per impossibilità tecnica, non per cattiva volontà, di altre dieci e’ stata presa nota. Tra gli impegni adottati uno e’ quello a riconoscere le unioni e anche il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Era stato lo stesso Consiglio dei diritti umani dell’Onu, nell’ottobre scorso, a rivolgere al nostro Paese una serie di raccomandazioni, ben 186, su materie che spaziano dalla prevenzione della tortura alla discriminazione dei rom.
Tra queste c’era appunto la richiesta – sollecitate a dall’Olanda – di fare passi concreti per adottare la legislazione necessaria a dare seguito all’annuncio del premier Renzi di lavorare al riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso in Italia, come parte degli sforzi dell’Italia per ulteriormente rafforzare le misure per combattere la discriminazione e la violenza basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere”. L’altra raccomandazione, su richiesta di Regno Unito e Irlanda del Nord, chiedeva di “assicurare eguali diritti alle persone lesbiche, omosessuali, bisessuali e transgender (lgbt) riconoscendo legalmente il matrimonio e la civil partnership (partenariato civile) tra persone dello stesso sesso”.  (19 marzo 2015)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. ONU: revisione periodica universale dell’Italia | CIRDI

Comments are closed.