Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Down: all’ONU la “Proposta” di CoorDown per diritto autonomia abitativa

NEW YORK – Salvatore sorprende Caterina con una dichiarazione a sorpresa nel McDonald’s di Roma dove lei lavora. Ad accompagnarlo ci sono i Neri per Caso, che intonano a cappella “Come away with me” di Norah Jones, mentre un mosaico di “occhi digitali” (tra cui una GoPro indossata dallo stesso Salvatore e 10 telecamere nascoste in tutto il locale) cattura l’intensità del momento, tra la sorpresa degli avventori.

Salvatore e Caterina

Salvatore e Caterina

L’emozione di Salvatore, 38 anni, in ginocchio davanti a Caterina con in mano uno scatolino di raso rosso contenente la chiave della loro futura casa, e felicità e’ palpabile. È l’inizio di un nuovo capitolo. Una sfida, forse già vinta nel momento in cui viene accolta e raccontata. “Per le persone con sindrome di Down, autonomia significa futuro”, questo il messaggio della campagna 2015 di Saatchi & Saatchi prodotta da CoorDown. I protagonisti del dock-reality sono due romani, una coppia di giovani adulti Down che da anni sta seguendo un percorso di autonomia abitativa. Il video, una iniziativa dell’organizzazione italiana (la sigla sta per Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down) ha emozionato le Nazioni Unite al debutto internazionale.

Le campagne di Coordown con Saatchi & Saatchi promuovono da quattro anni l’importanza dell’integrazione, realizzando una versione alternativa delle campagne pubblicitarie di alcuni importanti brand partner nel progetto (Averna, Carrefour, CartaSi, Enel, Illycaffè, Pampers, Toyota) e costruendo percorsi di visibilità in molte trasmissioni televisive. L’idea pubblicitaria, che ha fatto man bassa di prmi nelle tre edizioni precedenti (un totale di 17 Leoni, di cui 9 Ori, al Festival Internazionale della Creatività di Cannes) è stata finora sostituire (solo per la giornata del 21 marzo che simbolicamente e’ quella dedicata dall’Onu alle persone che soffrono di Trisomia 21) un attore dello spot originale o della campagna stampa con un attore con sindrome di Down.

I protagonisti del video di CoorDown

I protagonisti del video di CoorDown

Questa volta il focus si sposta sul diritto all’autonomia abitativa, su un’aspirazione all’indipendenza che investe e si realizza attraverso la dimensione di coppia. Le persone con sindrome di Down condividono il sogno di molti di costruire in due una famiglia, una casa, e come tutti ne hanno il diritto – e la piena, consapevole capacità. “Stesse opportunità e possibilità di scelta”: a questo tema è dedicata la decima edizione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma oggi.

La nuova campagna, The Special Proposal è anche live sul canale YouTube di CoorDown (l’hashtag ufficiale di The Special Proposal è: #specialproposal mentre quello della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down è: #WDSD15). Il videoclip prodotto da Filmmaster Productions, visualizzato decine di migliaia di volte, è particolarmente ambizioso anche dal punto di vista tecnico: tutta la prima parte è girata in soggettiva e sono state necessarie più di 10 telecamere nascoste per filmare la dichiarazione senza che Caterina potesse accorgersi della sorpresa. The Special Proposal è stato realizzato con il contributo di Down Syndrome Australia e Down Madrid e con la partecipazione di Down Syndrome Development Trust (Regno Unito), Movimento Down (Brasile), Saving Downs (Nuova Zelanda), National Down Syndrome Society (Stati Uniti) e Japan Down Syndrome Society. (21 marzo 2015)

I credits del video:

Executive creative director: Agostino Toscana
Creative directors: Alessandro Orlandi, Luca Lorenzini, Luca Pannese
Copywriters: Luca Lorenzini, Massimo Paternoster
Art directors: Luca Pannese, Giulio Frittaion
Production Company: Filmmini | Filmmaster productions
Director: Edoardo Lugari
DoP: Marcello Dapporto
Executive producer: Karim Bartoletti
Producer: Maura Beretta
Photographer: Fabio Massimo Aceto
Art Buyer: Rossana Coruzzi

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts