Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Nucleare: Iran, si va verso nuova risoluzione Onu

LOSANNA –  Dopo l’intesa “cornice’ di Losanna si va verso una nuova risoluzione Onu sulle sanzioni all’Iran. Il documento “avallera’ i Parametri Congiunti dell’accordo quadro tra 5+1 e Iran, terminera’ tutte le risoluzioni precedenti sul nucleare iraniano e incorporera’ alcune misure restrittive per un periodo di tempo mutualmente concordato”.  Lo hanno annunciato l’Alto Rappresentante Ue Federica Mogherini e il ministro degli esteri iraniano Jafar Zarif nella dichiarazione congiunta che ha annunciato l’intesa.

Il Segretario Generale Ban Ki moon si e’ “congratulato” con i 5+1 e con Teheran per l’accordo quadro che apre la strada a un piano di azione complessivo “storico” da raggiungere entro il 30 giugno e che “contribuirà’ al;la pace e alla stabilita’ della regione”. Sulla risoluzione il resto dei “Parametri” diffuso dalla Casa Bianca e’ stato più preciso: “Le risoluzioni del passato saranno revocate simultaneamente al completamento da parte dell’Iran degli impegni presi sull’arricchimento, Fordow, Arak, dimensione militare e sulla trasparenza”, mentre alcune misure in esse contenute relative al trasferimento di tecnologie “saranno ribadite in un nuovo pronunciamento del Consiglio” che avallera’ i Parametri dell’accordo cornice chiedendone la piena applicazione.

In questa nuova risoluzione “verrano incorporate importanti restrizioni sulle armi convenzionali e i missili balistici accanto a misure sulle ispezioni dei cargo e il congelamento dei beni”.

Le sanzioni imposte all’Iran sono di due tipi, quelle emanate da organismi internazionali come l’Onu e l’Ue, e quelle a carattere bilaterale dei singoli Paesi, dagli Usa alla Gran Bretagna.

Le sanzioni ONU sono state decise a quattro riprese, nel 2006, 2007, 2008 e 2010, dopo il rifiuto di Teheran di interrompere l’arricchimento dell’uranio e collaborare pienamente con l’Aiea: prevedono il blocco delle forniture militari pesanti e di tecnologia nucleare, così come lo stop all’export iraniano di armi e il congelamento dei beni di responsabili e aziende collegati al programma nucleare per un totale di 43 persone e 78 agenzie. Le misure Ue  prevedono anche il blocco delle esportazioni di petrolio e gas. Ancora più stretta la morsa delle sanzioni Usa, che prevedono restrizioni in quasi tutte le attività commerciali della Repubblica islamica, il divieto di vendere benzina e altri carburanti oltre un certo limite e di investire nel settore energetico iraniano.

(2 aprile 2015)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts