Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Velo a New York: l’esperienza italiana al servizio dei SIDS

Il fragile ecosistema di Palau

NEW YORK –  Le esperienze italiane delle Aree Marine Protette – 27, nove delle quali sono in piccole isole – e della “crescita blu” sostenibile sono state portate al Palazzo di Vetro dalla Sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo in una riunione informale sulla protezione degli oceani e la legge del mare.

Silvia Velo all'ONU

Silvia Velo all’ONU

“Il Mediterraneo e l’Italia hanno molte piccole isole dove la fragilita’ dell’ambiente e l’interazione con molteplici attivita’ umane richiedono azioni di governance efficaci e consapevoli”, ha detto la Velo osservando che, pur non essendo SIDS (Piccoli Stati Isola in via di Sviluppo), queste realta’ hanno di fronte simili sfide ambientali, economiche e sociali che le rendono specialmente vulnerabili”. Un esempio per tutti: “Il cambiamento climatico colpisce le piccole isole nel Mediterraneo come nel resto dell globo”.

I SIDS

I SIDS

L’obiettivo delle politiche avviate dall’Italia in questo rispetto e’ di affrontare sia la dimensione ecologica rappresentata dai fragili ecosistemi inclusi nelle Aree Marine Protette che quelle culturale e economica. La Velo si e’ agganciata alla collaborazione storica dell’Italia con i SIDS, ricordando l’impegno preso con Palau per la realizzazione di un parco marino che al suo completamento sara’ il più vasto del pianeta, per poi osservare che la protezione dei delicati ecosistemi marini costituiscono un volano per lo sviluppo. In Italia 10 per cento della pesca avviene in piccole isole, e così il 50 per cento delle strutture turistiche mentre il 20 per cento delle attività ricreative legate al mare avviene in aree marine protette.

Vanuatu al passaggio di Pam

Vanuatu al passaggio di Pam

La riunione all’Onu e’ stata anche l’occasione per una serie di contatti bilaterali del  sottosegretario con i rappresentanti di piccoli stati isola come Palau, Tonga, Tuvalu, Maldive, Nauru. A Vanuatu la Velo ha confermato l’impegno italiano di assistenza dopo il passaggio del ciclone Pam: 500 mila euro, 200 mila dei quali dal Ministero dell’Ambiente per la messa a punto di programmi per la protezione dal cambiamento climatico. (8 aprile 2015).

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts