Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: road map lunedì a parlamento Tobruk, presidente Saleh in Italia da Boldrini e Gentiloni

ROMA – Lunedì la Camera dei rappresentanti libica (il parlamento di Tobruk) riceverà le “raccomandazioni” che una sua commissione appena istituita sta elaborando circa una “road map politica ad interim” per la Libia.  Le raccomandazioni della commissione composta da 19 deputati verranno trasmesse per essere votate dall’assemblea. La road map, che prevede anche un governo di unità nazionale, è stata stilata dai delegati del dialogo politico mediato dall’Onu a Skhirat, in Marocco. Mentre dunque il lavoro  del governo di Tobruk prosegue, (quello di Tripoli non è riconosciuto internazionalmente), continua anche quello della diplomazia: il presidente Aghila Saleh, in visita in Italia, è stato ricevuto dalla presidente della Camera Laura Bodrini e dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. In entrambi i colloqui Saleh ha ricordato che la Camera dei rappresentanti libica è espressione delle diverse componenti politiche del paese sulla base di libere elezioni la cui correttezza è stata riconosciuta dalla comunità internazionale. Ha dichiarato inoltre di condividere la necessità di giungere ad un governo di unità nazionale, ritenendo tuttavia prioritaria la lotta alle fazioni terroriste finanziate dall’estero che, se non bloccate in tempo, potrebbero estendere la propria minaccia anche alla sponda nord del Mediterraneo.

“La precondizione indispensabile per una efficace lotta al terrorismo – ha convenuto Boldrini – sta in un vero processo di riconciliazione nazionale basato sul dialogo fra le diverse componenti politiche e tribali. Si tratta di una condizione che è attesa anche dalla comunità internazionale per assicurare un pieno appoggio ad un governo unitario. L’opera di mediazione dell’Onu e del rappresentante speciale Bernardino Leon va appoggiata senza riserve”. Boldrini ha messo in evidenza come oggi il nemico comune debba individuarsi nell’Isis: “E’ necessaria un’alleanza di tutte le componenti politiche libiche. L’Italia e la comunità internazionale hanno bisogno di una Libia forte ed unita per sconfiggere la comune minaccia terroristica. Chi ha maggiori responsabilità e presiede l’assemblea rappresentativa è chiamato ad impegnarsi ulteriormente per giungere ad un accordo equo fra tutte le parti”. Saleh ha dichiarato di condividere questo appello e si è detto fiducioso sulla possibilità di formare un governo di unità nazionale.

Anche Gentiloni ha evidenziato “il forte sostegno italiano al dialogo politico guidato dalle Nazioni Unite e ha espresso l’auspicio che tale dialogo possa accelerare”. Il Ministro ha accolto con favore la disponibilità del Presidente Aghila Saleh a impegnarsi per concorrere alla formazione di un  governo di unità nazionale  inclusivo di tutte le realtà libiche che rifiutano il terrorismo.”Un approccio inclusivo e un Governo basato su un’ampia base di consenso sono necessari per consentire alla Comunità internazionale di impegnarsi a fondo nel processo di ricostruzione e stabilizzazione del paese e di contrasto al terrorismo” ha concluso. (9 aprile 2015)

 
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts