Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Caffe’ nello spazio: su ISS arriva una Lavazza

CAPE CANAVERAL – Caffeina in orbita: in coincidenza, giorno più’ giorno meno della giornata internazionale del volo umano nello spazio, parte per la Stazione Spaziale il progetto ISSspresso che premetterà agli astronauti della Stazione spaziale internazionale di bere un caffè nello spazio, a 400 chilometri dalla terra e zero gravità.

Il Mediterraneo di notte dallo spazio

Il Mediterraneo di notte dallo spazio

Il prossimo cargo SpaceX Dragon del miliardario americano Elon Musk partirà lunedì pomeriggio con la “espresso maker” italiana e 2.000 chili tra cibo e esperimenti. Prima destinataria l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti che la aspettava da gennaio, peccato che la spedizione fosse finita in lista di attesa dopo che un cargo precedente fosse andato perso in un esplosione al lancio.

La macchina per il caffe’ in orbita e’ una collaborazione tra Lavazza, Argotec, azienda aerospaziale con sede a Torino, e l’ASI, Agenzia Spaziale Italiana. Il modello è stato studiato dagli ingegneri di Argotec per poter estrarre il caffè in tutta sicurezza anche in assenza di gravità, al posto dei bicchieri gli astronauti gusteranno il loro espresso da appositi sacchetti.

La Stazione Spaziale Internazionale

La Stazione Spaziale Internazionale

“Il caffè italiano è una bevanda senza confini”, ha commentato Giuseppe Lavazza presentando l’iniziativa a Expo Milano 2015: “Questo progetto è una sfida scientifica e ingegneristica che speriamo possa migliorare la qualità di vita e alimentare degli astronauti impegnati in missioni di lunga durata”. La macchina del caffè spaziale è così complessa da raggiungere un peso di 20 chilogrammi, il tubicino di plastica che conduce l’acqua all’interno di una normale macchina è stato sostituito con uno in acciaio in grado di resistere a condizioni di alta pressione.

“L”idea e’ di fare sentire gli astronauti a casa visto che devono vivere sulla stazione spaziale mesi e perfino un anno”, ha detto il vice programma missione Dan Hartman: “Il sostegno psicologico e’ importante. Se la macchina dell’espresso riceve commenti positivi dall’equipaggio, sara’ come il gelato: serve a alzare il morale”.  (AB, 12 aprile, 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts