Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Orlando a Doha: pena morte va abolita, niente passi indietro

DOHA – L’abolizione della pena di morte “è un principio non soggetto a condizioni, che va promosso e sostenuto in ogni circostanza, anche le piu’ difficili, evitando che si compiano passi indietro rispetto ai parziali risultati raggiunti”. E’ una presa di posizione ferma quella del ministro della Giustizia Andrea Orlando, intervenuto oggi a Doha al XIII Congresso dell’Onu per la prevenzione del crimine e la giustizia penale.

Orlando ha parlato a tutto campo, dalla necessita’ di moltiplicare gli sforzi per combattere “crimini che oggi generano profitti illegali di enormi proporzioni, come il riciclaggio di danaro e i connessi flussi finanziari illeciti, i reati fiscali e le frodi ai danni dei consumatori”, al contrasto al terrorismo che poi si incrocia con il traffico illegale di beni culturali, un “fenomeno particolarmente grave in Medio Oriente, soprattutto in Iraq e Siria, e nel Mediterraneo”. L’Italia è pronta a fornire la propria ampia esperienza “specie sul piano investigativo, con particolare riguardo alla repressione delle condotte finalizzate all’eversione politica, basate su estremismi o radicalismi di qualsiasi genere, tipiche di un terrorismo slegato da qualsiasi religione o credo”, ha assicurato il ministro.

Sul fronte immigrazione, Orlando ricordato come con l’operazione Mare Nostrum, sia stata salvata la vita di “oltre 100mila persone tra l’ottobre 2013 e il dicembre 2014”, mentre “l’operazione dell’Unione Europea Triton ora in corso ne ha salvato circa 6mila”.  Il ministro ha lanciato un appello ai membri delle Nazioni Unite perché assicurino “la piena e universale applicazione della Convenzione di Palermo e dei suoi Protocolli, in particolare quello sul traffico di migranti, che conta un numero di ratifiche ancora insoddisfacente”. Una Convenzione che peraltro andrebbe rivista per “combattere con più efficacia vecchie e nuove forme di criminalità”. (12 aprile 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts