Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Maria Voce, leader Focolari, all’ONU: la guerra e’ irreligione

NEW YORK – “La guerra è l’irreligione: Non dobbiamo cedere terreno a chi tenta di rappresentare molti dei conflitti in corso come guerre di religione”, ha detto Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari, all’Assemblea Generale dell’Onu, nel secondo giorno di dibattito ad Alto Livello in corso al Palazzo di Vetro di New York su “Promozione della tolleranza e della riconciliazione: favorendo società pacifiche, accoglienti e contrastando l’estremismo violento”. Un’iniziativa del presidente dell’Assemblea Sam Kutesa, del segretario generale Ban Ki-moon e dell’Alto Rappresentante dell’Alleanza delle Civiltà Nassir Abdulaziz Al-Nasser.

Secondo Maria Voce, “la guerra è, per definizione, l’irreligione. Il militarismo, l’egemonia economica, l’intolleranza a tutti i livelli sono cause di conflitto unitamente a tanti altri fattori sociali e culturali di cui la religione costituisce spesso solo un tragico pretesto. Quello a cui assistiamo in molte aree del pianeta, dal Medio Oriente all’Africa, tra cui la tragedia di centinaia di morti in fuga dalla guerra e naufragati nel Mediterraneo, ha molto poco a che fare con la religione. Da ogni punto di vista, in questi casi si dovrebbe parlare non tanto di guerre di religione ma, più concretamente, realisticamente e prosaicamente, di religione della guerra”.

La leader dei Focolari ha parlato assieme a altri 14 leader religiosi di diverse tradizioni e aree del mondo. E’ una “situazione di gravissima disgregazione politica, istituzionale, economica, sociale”, quella che viviamo oggi nel pianeta, “che richiede risposte altrettanto radicali, capaci di cambiare il paradigma prevalente”, ha detto la Voce, citando la fondatrice Chiara Lubich: «Tanti sono i segnali, perché dalla grave congiuntura internazionale possa finalmente emergere una nuova coscienza della necessità di operare insieme per il bene comune col coraggio di “inventare la pace”. È finito il tempo delle “guerre sante”. La guerra non è mai santa, e non lo è mai stata. Dio non la vuole. Solo la pace è veramente santa, perché Dio stesso è la pace”.

Maria Voce, eletta presidente del Movimento il 7 luglio 2008 dall’Assemblea generale dei Focolari, e’ la prima focolarina a succedere alla Lubich. Calabrese, 78 anni, di formazione avvocato, e’ entrata nel movimento negli anni Sessanta. Oggi il Movimento dei Focolari (Opera di Maria) è presente in 182 Paesi, conta circa due milioni di aderenti e simpatizzanti in prevalenza cattolici, ma non solo. (AB, 22 aprile 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Comment on Maria Voce, leader Focolari, all’ONU: la guerra e’ irreligione

  1. Roberto // 23/04/2015 at 1:46 pm //

    Queste poche ma pesantissime parole, pronunciate all’Assemblea plenaria delle Nazioni Unite, da una donna laica, rappresentante eletta di milioni di persone delle più varie convinzioni – religiose ma anche non religiose –, in un momento tragico come questo, hanno per me il potere di darmi una grande speranza.
    Ma solo se le Nazioni Unite non le confonderanno con altre innumerevoli parole utilizzate finora, di fatto, per riempire documenti su documenti, file su file, archivi su archivi… in ultima analisi, molto spesso, inconcludenti.
    Posso sperare che l’ONU si ricordi qual è il suo vero compito e le faccia veramente proprie?
    Non so come, ma se – con tutti i miei limiti – potessi essere utile in qualche modo, non mi tirerò indietro neanch’io, perché il momento è veramente tragico.

Comments are closed.