Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

TNP: al via IX Conferenza Revisione; Italia, disarmo nucleare “step by step”

NEW YORK – L’impegno dell’Italia per il raggiungimento del consenso su un documento finale che possa rafforzare l’attuazione del tre pilastri del Trattato di non proliferazione nucleare – non proliferazione, disarmo e usi pacifici dell’energia nucleare- e’ stato ribadito a New York dal sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova.

“L’Italia condivide la massima preoccupazione per le conseguenze catastrofiche associate con l’uso delle armi nucleari e ritiene che un disarmo nucleare efficace, verificabile e irreversibile debba essere conseguito seguendo un approccio “step by step”, ha detto Della Vedova annunciando all’Onu il contributo costruttivo italiano in questo senso con l’organizzazione di un workshop sul tema alla luce del diritto internazionale il prossimo 18 giugno a Sanremo.

“Secondo l’Italia il piano di azione adottato nel 2010 all’ultima Conferenza di revisione del TNP resta un punto di partenza valido”, ha detto Della Vedova.

Le riunioni proseguiranno fino al 22 maggio. La Conferenza e’ la nona per la verifica dello stato di attuazione del trattato dal 1975, a seguito dell’entrata in vigore nel 1970. L’ultima Conferenza di Riesame si è conclusa con l’adozione di un Piano d’Azione di 64 attività relative ai tre pilastri del trattato. In un messaggio alla Conferenza, a cui quest’anno partecipa per la prima volta Israele come osservatore e per la prima volta anche l’ambasciatore palestinese Riyad Mansour, il segretario generale dell’Onu Ban Ki moon ha messo in guardia che i progressi verso la non proliferazione marcano il passo e il trend verso il “nucleare zero’ si e’ fermato. “Eliminare le armi nucleari e’ una priorita’ top per le Nazioni Unite”, ha detto Ban, il cui discorso e’ stato letto dal numero due Jan Eliasson parlando di “violazioni destabilizzanti degli accordi”.

Sullo sfondo della Conferenza sono i negoziati sul programma nucleare di Teheran. Il ministro degli esteri iraniano Javad Zarif pronuncerà domani l’intervento a titolo nazionale. Secondo il segretario di Stato americano John Kerry la trattativa e’ “lungi dall’essere finita e questioni chiave sono ancora irrisolte”. L’Italia – ha detto Della Vedova – da’ il benvenuto all’intesa su punti chiave del Piano di Azione concordato a Losanna tra i P5+1 e l’Iran. “Auspicandone la finalizzazione consideriamo cruciale il ruolo dell’Aiea sia nel monitoraggio che nei confronti della possibile dimensione militare del programma iraniano”. Il rappresentante italiano ha sottolineato l’importanza delle zone senza armi nucleari e a questo proposito ha ribadito l’impegno dell’Italia per una conferenza per la creazione di una zona denuclearizzata in Medioriente la cui responsabilità, d’altro canto, “risiede principalmente con i Paesi della regione”. (AB, 27 aprile, 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts