Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO e ONG italiane in soccorso del Nepal dopo il terremoto

ROMA – Mentre in Nepal si aggrava con il passare delle ore il bilancio delle vittime del terremoto diminuisce la possibilità di estrarre superstiti dalle macerie, la macchina della solidarietà si è  messa in moto per sostenere i bisogni più urgenti. Le aziende telefoniche anno messo a disposizione la numerazione solidale 45591 per donazioni di 1 euro da cellulari Tim, Vodafone, Wind, Tre, Poste Mobile e Coop Voce e di 2 euro da rete fissa Telecom Italia, Fastweb, Vodafone e TWT. L’SMS solidale è attivo da oggi e fino al 10 maggio.
In segno di concretezza e di solidarietà con le ONG italiane che si sono mobilitate già dalle primissime ore del disastro per prestare i primi soccorsi, EXPO Milano 2015 ha scelto di lanciare oggi un appello congiunto con il network di AGIRE – Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze, che riunisce 10 organizzazioni non governative italiane. La raccolta fondi congiunta permette di capitalizzare risorse, non duplicare sforzi e ridurre competitività, a favore della realizzazione dei progetti sul campo e dei soccorsi alle popolazioni colpite.  Con la collaborazione di EXPO Milano 2015, la forza del network AGIRE sarà ancora maggiore.
“Siamo molto vicini alla popolazione del Nepal in questo momento di grande difficoltà e in particolare alle famiglie degli operai nepalesi che da febbraio stanno partecipando alla costruzione del padiglione. Per questo daremo il via a una raccolta di fondi per le popolazioni colpite del terremoto”, aveva detto, gia’ il giorno del sisma, il commissario unico di EXPO Milano 2015, Giuseppe Sala, facendo visita al Padiglione Nepal insieme al vicecommissario del Paese asiatico, Amrit Shakya.
Secondo Shelly Sandall, Presidente di AGIRE, “gli italiani purtroppo sanno bene cos’è un terremoto e quali sono le sue devastanti conseguenze. Per questo donano con il cuore. Siamo onorati di avere al nostro fianco EXPO Milano 2015 , uno dei più importanti eventi degli ultimi anni, che ci permetterà di raggiungere decine di migliaia di persone e di allargare la rete di coloro che si stanno mobilitando per aiutare persone che in pochi attimi hanno perso tutto.”
Sono attualmente 7 le organizzazioni di AGIRE attive o in fase di attivazione in Nepal: Actionaid, CESVI,GVC, INTERSOS, Oxfam,  Terre des Hommes, Sos Villagggi dei Bambini. Il loro obiettivo ora è rispondere ai bisogni più immediati: acqua, cibo, ripari per le famiglie senza tetto, interventi sanitari nelle aree dove l’impatto del terremoto è stato peggiore. Il livello di devastazione della capitale e della Kathmandu Valley dà però certezza che bisognerà pensare anche ad interventi a medio e lungo termine e che dopo il primo soccorso le organizzazioni saranno impegnate anche nella fase di ricostruzione. (28 aprile 2015)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Comment on EXPO e ONG italiane in soccorso del Nepal dopo il terremoto

Comments are closed.