Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

L’ONU inizia la sua missione a Expo 2015 con la “Sfida Fame Zero”

MILANO – Con la “Sfida Fame Zero. Uniti per un mondo sostenibile”, l’ONU inizia la sua missione a Expo 2015 che si terrà a Milano da domani fino al 31 ottobre.  Dedicata al tema “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”, l’esposizione universale ha dato il via alla cerimonia di apertura che ha visto la partecipazione del commissario generale dell’ONU per Expo 2015, Eduardo Rojas-Briales, e i commissari generali degli oltre 130 Paesi presenti.

Ultimi tocchi al Padiglione Onu

Ultimi tocchi al Padiglione Onu

La partecipazione delle Nazioni Unite all’esposizione universale milanese offre un’opportunità unica per rafforzare la lotta globale alla malnutrizione, per questo il segretario generale dell’ONU, Ban Ki-moon, ha affidato alle agenzie ONU con sede a Roma (FAO, IFAD e WFP), sotto la guida del direttore generale della FAO José Graziano da Silva, il ruolo di coordinare la partecipazione delle 20 agenzie delle Nazioni Unite coinvolte a Expo.

“L’ONU è orgogliosa di essere qui a promuovere il tema della sicurezza alimentare”, ha sottolineato Ban Ki-moon nel video messaggio di benvenuto trasmesso nel Giardino ONU. Quest’area verde, vicino al Padiglione Zero e all’entrata di Expo, introduce i visitatori al tema delle Nazioni Unite per Expo Milano 2015: “Sfida Fame Zero – Uniti per un mondo sostenibile”. Il segreatario generale dell’ONU ha richiamato all’urgente necessità di correggere il drammatico squilibrio, a livello globale, nella distribuzione di cibo, rilanciando la sua chiamata a tutto il mondo ad agire per eliminare la fame. “Ognuno può fare la propria parte”, ha sottolineato Ban Ki-moon invitando i visitatori a seguire l’Itinerario ONU e a “scoprire come la Sfida Fame Zero appartenga ad ognuno di noi”. ban e’ atteso all’EXPO il 16 ottobre in occasione del World Food Day.

“L’obiettivo della partecipazione delle Nazioni Unite a Expo Milano 2015 è coinvolgere i visitatori dimostrandogli che è possibile porre fine alla fame nel mondo nell’arco della nostra esistenza. Tutti hanno un ruolo da giocare, a partire dall’impegno a cambiare le piccole azioni e le pratiche quotidiane: “Possiamo farcela se lavoriamo insieme”, ha concluso il Segretario Generale dell’ONU.
Per la prima volta nella storia delle Esposizioni universali, l’ONU non ha un padiglione ma una presenza orizzontale, un modello di partecipazione che prevede contenuti diffusi su tutto il sito espositivo. Diciotto grandi installazioni illustrano i cinque elementi della Sfida Fame Zero, il tema dell’ “empowerment” delle donne e della parità di genere e gli altri temi legati alle aree tematiche di Expo.

Grandi cucchiai blu segnalaranno questi Spazi ONU attraverso tutto il sito di Expo, a partire dal Padiglione Zero, principale porta di ingresso dove si prevede che entrino circa il 40 per cento dei visitatori. Pannelli, cosiddetti Stele ONU, saranno presenti in tutto il Padiglione Zero e informeranno i visitatori, con una narrazione semplice, sul legame tra i contenuti ONU e quelli di ogni stanza. Queste Stele ONU evidenzieranno la sinergia tra il tema “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita” ed una delle missioni fondamentali delle Nazioni Unite: garantire a tutte le persone il diritto ad avere cibo sicuro e nutriente per condurre delle vite sane e produttive, senza compromettere i bisogni delle generazioni future. (FM, 30 aprile 2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts