Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Naufragi: Mogherini, “proposto a Ue operazione polizia mista civile-militare”

ROMA – “Proprio oggi ho inviato ai 28 stati membri della Ue una serie di proposte per una operazione di polizia mista civile e militare nelle acque internazionali e territoriali. Spero che il Consiglio degli Affari Esteri possa prendere una decisione già il prossimo 18 maggio”: lo ha detto l’Alto Rappresentante europeo Federica Mogherini in una intervista al Messaggero.

“Piu’ che la distruzione dei barconi, il vero punto e’ il contrasto delle organizzazioni criminali: si può fare una azione di dissuasione con una presenza importante di navi, il timore della confisca può essere un deterrente e poi sui può intervenire sui finanziamenti”, ha ipotizzato Mogherini spiegando che si sta lavorando a una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite: “Una risoluzione sotto il capitolo sette, quello che autorizza l’uso della forza”.

Non si tratta pero’ di preparare un intervento militare in Libia, ne’ di bombardare i barconi, ha precisato Lady Pesc: “Non e’ di questo che si tratta. Si tratta semmai di una operazione di politica, di sicurezza e di difesa comune”. E a proposito dei flussi finanziari degli scafisti, ha osservato che “attraverso informazioni di intelligence si possono rintracciare, non tutto viene pagato in contanti”.

Il Messaggero ha chiesto alla Mogherini cosa succederebbe in caso di binario morto all’ONU: “C’e’ l’ipotesi di stringere accordi con le autorita’ istituzionali libiche, che pero’ ancora non ci sono. Stiamo anche ragionando su progetti da realizzare insieme a singole municipalità, singole citta’ della Libia per il controllo del territorio e dei porti in collaborazione con le autorita’ locali”.

La rappresentante Ue e’ appena tornata da Tunisi dove ha parlato con tutte le parti libiche: i rappresentanti di Tobruk, di Misurata e al telefono con quelli di Tripoli. Rispetto alla mediazione dell’inviato Onu Bernardino Leon, Mogherini ha detto che “ci sono difficolta’ evidenti”, ma “c’e’ anche da parte  di tutti la consapevolezza dell’urgenza di arrivare a un accordo: o si chiude nelle prossime settimane oppure il processo politico salta perche’ a meta’ giugno comincia il Ramadan”. La comunita’ internazionale, ha detto Mogherini, “non e’ disposta ad aspettare all’infinito”.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts