Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Terremoto in Nepal: nuove scosse, nuovi aiuti Italia via FAO e OIM

Immagini subito dopo il terremoto AFP PHOTO / MANAN VATSYAYANA

ROMA – Un nuovo forte terremoto ha colpito oggi il Nepal dopo il sisma del 25 aprile che ha provocato migliaia di morti e devastato la valle di Kathmandu, ma ancor prima  delle ultime scosse, in risposta alla gravissima situazione di emergenza, la Cooperazione Italiana ha deciso di aumentare il pacchetto di aiuti umanitari a favore della popolazione colpita, destinando due ulteriori contributi multilaterali di emergenza per complessivi 800.000 Euro.

Il sostegno italiano sara’ ripartito in due contributi da 400.000 euro ciascuno da veicolarsi tramite la FAO (Food and Agricolture Organization) e l’OIM/IOM (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni/ International Organization for Migration) e permettera’ di sostenere interventi urgenti contenuti nel quadro dell’appello umanitario predisposto dalle Nazioni Unite insieme al Governo nepalese ed ai partner internazionali nella risposta di emergenza fino al 31 luglio 2015 per un valore complessivo di 423 milioni di dollari.

Il contributo a favore dell’OIM coprira’ le attivita’ realizzate dall’Organismo in settori prioritari quali il coordinamento e la gestione dei campi per sfollati, la fornitura di alloggi e beni di prima necessita’, sostengo logistico per la ricezione, lo stoccaggio e la distribuzione degli aiuti, consulenza medica e psicologica ai numerosi feriti, attivita’ di protezione e assistenza tecnica per il ripristino delle infrastrutture e la rimozione delle macerie.

Grazie al contributo destinato alla FAO si potranno sostenere gli interventi volti all’immediato ripristino delle attivita’ produttive a favore di circa 6.500 agricoltori vulnerabili residenti nei distretti di Rasuwa e Nuwako. E’ prevista la fornitura di sementi per la prossima stagione di semina prima dell’arrivo dei monsoni, oltre alla distribuzione di fertilizzanti e sacchetti di plastica per la corretta conservazione del raccolto e dei mangimi per gli animali da cortile, al fine di prevenire ulteriori perdite dei mezzi di sostentamento, migliorare la sicurezza alimentare ed aumentare le capacita’ di resilienza locali.

E’ inoltre in fase di preparazione un secondo volo umanitario in collaborazione con la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite di Brindisi (UNHRD). Il volo, in partenza dalla Base ONU di Dubai, consentira’ l’invio a Kathmandu di 16 tonnellate di beni di prima necessita’ quali tende, coperte, taniche di acqua e kit medici per un valore complessivo, incluse le spese di trasporto, di circa 160.000 Euro, la cui distribuzione verra’ assicurata dall’ONG INTERSOS per conto del Consorzio “AGIRE”.

Gli interventi in questione portano a oltre 1,3 milioni di euro l’impegno finanziario complessivo della Cooperazione Italiana in risposta al terremoto in Nepal che si aggiungono al milione di euro messo a disposizione dalla Protezione Civile per il dispiegamento di un Presidio Medico avanzato da Satbise, a 90 km da Kathmandu, nonché una squadra di VV.FF. per le verifiche strutturali. (AB, 12 maggio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts