Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Esperto Onu: reinsediamenti UE insufficienti; e dagli Usa, siriani a Detroit

GINEVRA – La proposta di reinsediamento nell’agenda per la migrazione resa nota dalla Commissione europea funziona in linea di principio, “ma e’ del tutto inadeguata nelle sue dimensioni”, ha detto il relatore delle Nazioni Unite per i diritti umani dei migranti, Francois Crépeau. Intervistato dal Guadian a McGill in Canada, dove insegna, Crépeau ha detto che i Paesi piu’ ricchi del mondo devono esser pronti a ricevere un milione di profughi siriani nei prossimi cinque anni per evitare disastri come quelli che si sono visti di recente nel Mediterraneo.

Secondo Crépeau, e’ stata l’inazione della Ue che ha consentito ai trafficanti di prosperare. Secondo l’esperto Onu, il piano dovrebbe essere esteso ad altre nazionalità in fuga dalle guerre inclusi gli eritrei. “Se non creiamo vie di fuga adeguate, ricorreranno ai trafficanti”, ha detto Crépeau, secondo cui “collettivamente potremmo accogliere in cinque anni un milione di siriani”. Per un Paese come il Regno Unito, si tratterebbe di 14  mila di siriani all’anno per cinque anni. Per il Canada sarebbero meno di novemila, una goccia nel mare. Per l’Australia sarebbero meno di cinquemila.

Oggi intanto sul New York Times e’ arrivata la “modesta proposta” di due politologi, David Laitin e Marc Jahr di portare profughi della Siria a Detroit, l’ex “Motor City” che nel 2013 è diventata la prima metropoli Usa a dichiarare bancarotta. Due disastri sociali e umanitari
a migliaia di chilometri di distanza potrebbero dar vita a un esperimento politico per contrastare violenze, ingiustizie, discriminazioni e promuovere sviluppo.

Detroit e’ un “deserto urbano”: da quasi due milioni di abitanti nel 1950, la sua popolazione è scesa a circa 700 mila. La città ha 70 mila edifici abbandonati, oltre 90 mila lotti vacanti. Intanto i siriani in fuga dalla guerra hanno trovato rifugio in paesi limitrofi: 1,8 milioni in Turchia, 600 mila in Giordania, per non parlare di quanti si imbarcano nel viaggio a rischio della vita nel Mediterraneo per raggiungere l’Europa.

In queste due tragedie umane del nostro tempo, Laitin, professore di scienze politiche e esperto di immigrazione a Stanford, e Jahr, ex presidente della New York City Housing Development Corporation, hanno visto una opportunità. Secondo i due esperti, i profughi siriani potrebbero rappresentare per Detroit una comunità ideale, anche alla luce di una forte e riuscita presenza arabo-americana nella zona. (AB, 15 maggio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts