Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

‘Nexus: cibo-acqua-energia’, al capezzale del pianeta, ecco i temi cruciali

MILANO – La Cascina Triulza a Milano ospita domani il convegno ‘Nexus: cibo- acqua-energia’, un appuntamento voluto per affrontare i temi cruciali del mondo globalizzato e  tracciare percorsi e indicazioni utili all’Agenda post -2015 sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che sarà poi consegnata nelle mani delle Nazioni Unite. L’evento che si tiene presso l’Auditorium, è organizzato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito di Expo 2015, e  sarà articolato in due sessioni dedicate a dibattere, sotto il profilo scientifico-accademico, i più recenti conseguimenti a livello internazionale in tema di interdipendenza tra cibo, acqua ed energia e dell’efficienza nell’uso delle risorse naturali.

UNDESAVerranno analizzate le modalità attraverso le quali la cooperazione internazionale, nel darsi i nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile, può favorire la resilienza dei sistemi in regime di scarsità e limitatezza delle risorse naturali. Oltre alla Cooperazione italiana partecipano ai lavori la Commissione Europea, tramite Europe Aid e l’Onu, tramite l’Unep. Secondo gli organizzatori oggi  quasi un miliardo di persone non ha accesso all’acqua potabile, un miliardo di persone soffre la fame e due miliardi e mezzo di persone non hanno accesso alle forme moderne di energia. Queste sfide si intensificheranno in futuro. Le stime dell’OCSE affermano che la domanda mondiale di energia e di acqua aumenterà rispettivamente dell’ 80 % e del 55 % entro il 2050. La FAO stima, nello stesso periodo, un aumento del 60 % nella domanda alimentare.

La crescita demografica, lo sviluppo economico e il cambiamento climatico accelereranno la concorrenza per il cibo, l’acqua e l’energia. La pressione sulle risorse crea preoccupazioni crescenti per quanto riguarda la disponibilità, l’accessibilità, la distribuzione e la sostenibilità di acqua, cibo ed energia per tutti. A livello generale dal 60 all’80% delle risorse idriche proviene dalle montagne e nelle zone aride questa percentuale può arrivare anche al 100%. Le montagne sono uno degli ecosistemi più colpiti dagli effetti dei cambiamenti climatici che alterano il ciclo idrologico compromettendo il ruolo delle montagne come “water towers” del mondo e la conseguente disponibilità di acqua. Nel documento finale della Conferenza Rio + 20, l’acqua, l’energia e la terra sono state identificate come aree prioritarie: l’uso efficiente di queste risorse naturali, che concorrono alla produzione di cibo, viene riconosciuto come un primo passo verso l’eradicazione della povertà e la promozione di uno sviluppo economico e sociale sostenibile. (MNT  19 maggio 2015)    

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts