Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Non solo Expo, la Fiera del Commercio Equo a Milano rinnova gli obiettivi Onu

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

(di Francesca Morandi) MILANO – Si apre sabato a Milano la Settimana del Commercio Equo e Solidale, il più importante evento mondiale nel settore del Fair Trade, il cui obiettivo è contribuire al dibattito internazionale sui temi dello sviluppo sostenibile. “Dopo Rio abbiamo scelto Milano come capitale mondiale 2015 per il commercio Equo e Solidale perché la città è sotto gli occhi del mondo per Expo, il cui tema ‘Nutrire il Pianeta, energia per la vita’ è il nostro obiettivo da oltre 50 anni”, afferma Rudi Dalvai, presidente del World Fair Trade Organization (Wfto), che riunisce 450 organizzazioni di Fair Trade presenti in 70 Paesi di tutto il mondo.

Numerosi gli eventi previsti dal 23 al 31 maggio, tra i quali la conferenza Wfto, incontri di studio, una sfilata di “moda etica”, laboratori, attività culinarie etniche e la prima Fiera mondiale del settore equo e solidale, che si terrà presso la Fabbrica del Vapore dal 28 al 31 del corrente mese. Con il sostegno di Comune di Milano, Fondazione Cariplo, Food Smart Cities, Altromercato, Cooperativa Chico Mendes, Associazione Botteghe del mondo, la manifestazione ospiterà 200 espositori provenienti da tutto il mondo, veri protagonisti della Fiera, in quanto l’obiettivo finale è dare voce ai rappresentanti di migliaia di comunità di artigiani e agricoltori in Asia, America Latina e Africa, e a tutti coloro che si battono per riscrivere le regole del commercio secondo logiche di sostenibilità sociale e ambientale.

Fiera equa 2015“Il problema non è il profitto in sè, ma il fatto che il profitto non si deve fare sulle spalle delle persone e dell’ambiente”, spiega Dalvai che racconta a OnuItalia.com della campagna internazionale lanciata dal movimento globale del Commercio equo per contribuire alle linea-guida degli Obiettivi del Millennio dopo il 2015. “Fair Trade Beyond 2015 è il nome della campagna attraverso la quale abbiamo chiesto a parlamentari, enti locali, pubbliche amministrazioni e organizzazioni della società civile di sottoscrivere una dichiarazione rivolta ai leader dei governi mondiali che si incontreranno a New York il prossimo settembre per definire un nuovo quadro globale per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio dopo il 2015 – spiega ancora il presidente di WFTO -. L’Onu mira a creare un mondo più giusto e il commercio equo-solidale rappresenta senza dubbio lo strumento migliore”.

La Fiera del Commercio Equo Solidale ha ricevuto, fra gli altri, il sostegno della Fondazione Triulza, presente a Expo 2015 con il padiglione della Società civile. “Non bisogna chiedersi se stare dentro o fuori Expo, io dico che bisogna stare dentro i contenuti e basta – afferma Sergio Silvotti, presidente di Fondazione Triulza -. E’ urgente raggiungere nuove frontiere di sviluppo sostenibile”. (FM, 21 maggio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts