Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria: de Mistura deplora rapimento padre Murad a Homs

GINEVRA – L’inviato speciale Onu per la Siria Staffan de Mistura ha accolto con “profonda tristezza” la notizia del rapimento di padre Jacques Murad da un monastero di Homs. De Mistura, impegnato in questi giorni in consultazioni  Ginevra per rilanciare il processo di pace, ha detto che qusto “grave atto” non e’ purtropo il primo del suo genere ed e’ una delle tristi conseguenze” del conflitto in Siria.

Padre Dall'Oglio

Padre Dall’Oglio

Padre Murad è stato sequestrato sotto la minaccia delle armi da due uomini nel Monastero di Mar Elian. Il sequestro sarebbe avvenuto tra il 18 e il 21 maggio, secondo l’arcidiocesi siro cattolica di Homs. Padre Murad fa parte della stessa comunità di padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita italiano sequestrato il 29 luglio 2013 mentre si trovava a Raqqa.

I sequestratori hanno costretto padre Jacques a mettersi alla guida della propria auto e, sotto la minaccia delle armi, gli hanno imposto di dirigersi verso una destinazione sconosciuta.  Si ipotizza che dietro il rapimento ci siano gruppi salafiti presenti nella zona, imbaldanziti dai recenti successi dei jihadisti di al-Nusra e dello Stato Islamico.

Il Nunzio apostolico a Damasco, mons. Mario Zenari, ha detto che padre Jacques e’ “molto stimato da tutti, sia dai cristiani che dai musulmani, per la sua apertura, la sua carità, e aveva cercato anche di mettere pace in questa zona, cercando di far dialogare le varie parti in contrasto”. Zenari ha ricordato che sono sei ora gli ecclesiastici rapiti in Siria.

Negli ultimi giorni padre Jacques aveva accolto nel monastero numerosi sfollati da Palmira, la città appena caduta nelle mani dello Stato Islamico. Quanto a padre dall’Oglio, da due anni non se anno notizie. Ciclicamente fonti legate ai gruppi terroristici speculano sulla tragedia, comunicando che è vivo e che si trova recluso, nelle mani di un gruppo di ribelli piuttosto che un altro. Notizie che però non hanno mai trovato riscontro.

(AB, 23 maggio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts