Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migranti: Ban, Europa invecchia, ne ha bisogno per dinamismo economico

Il segretario Generale Ban Ki moon incontra Esther Nasser e Eulalie Odia del Congo (Foto RTE)

(Alessandra Baldini)

DUBLINO – L’Europa invecchia, se vuole mantenere il suo dinamismo economico, ha bisogno di migranti: questo il messaggio lanciato a Dublino dal Segretario Generale Ban Ki moon alla vigilia di incontri a Bruxelles con la leadership della Unione Europea. In un discorso pronunciato nel Castello della capitale irlandese per celebrare i 60 anni dell’ingresso dell’Irlanda all’ONU, il capo delle Nazioni Unite ha ribadito la necessita’ di andare alle radici del fenomeno delle migrazioni. 

“I fattori di spinta includono guerre e sottosviluppo; quelli di attrazione includono il semplice miraggio di una fuga dalla poverta’. L’Europa deve riconoscerne un altro: il suo deficit nella forza lavoro. Bassa crescita demografica e una transizione demografica ad un continente di vecchi. Se l’Europa vuole mantenere il suo dinamismo l’Europa ha bisogno di migranti”.

Ban ha parlato del piano che la Ue si e’ data per far fronte alla crisi. Poche ore prima, in un incontro con profughi reinsediati in Irlanda da Paesi come Siria, Afghanistan, Congo,  aveva espresso appoggio all’Agenda per le Migrazioni dell’Unione Europea ricordando la sua personale esperienza di bambino in fuga durante la guerra di Corea. “Mentre scappavamo sotto la pioggia mi sono girato a guardare l’unico mondo che conoscevo: dove avevo giocato, dove ero andato a scuola, dove avevo abitato con i genitori, era tutto in fiamme, le nostre vite in fumo”. E tuttavia: “A dispetto delle difficolta’ ce l’ho fatta. Oggi il mio messaggio e’ semplice: il mondo e’ con voi e io sono con voi”.

Ban ha detto che le Nazioni Unite e l’Alto Commissario Onu per i Rifugiati sono pronti a collaborare con la UE, i suoi stati membri e i paesi terzi interessati per sostenere e sviluppare ulteriormente le misure incluse nell’Agenda. Nel discorso a Dublino ha osservato che l’approccio deve essere complessivo, dai paesi di destinazione a quelli di transito, e soprattutto, di origine. “Serve un giro di vite sui trafficanti, allo stesso tempo dobbiamo proteggere i profughi e rispettare i diritti umani e il diritto internazionale. Dobbiamo superare l’emergenza per andare alle radici”.   (AB, 25 maggio 2015) 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts