Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Yemen: da Italia 500.000 Euro di emergenza via Croce Rossa

ROMA – In risposta alle disastrose conseguenze umanitarie del conflitto in corso in Yemen, la Direzione Generale della cooperazione ha deciso di destinare un contributo volontario multilaterale di 500.000 Euro al Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) per il sostegno delle attivita’ di prima assistenza e protezione. Si tratta del primo contributo italiano allo Yemen dopo lo scoppio della crisi.

Il CICR e’ tra le poche organizzazioni che – nonostante le proibitive condizioni di sicurezza – continua ad operare nel Paese con una capillare presenza di personale locale (200) ed espatriato (30) dislocato negli Uffici di Sana’a, Taiz, Sa’ada e Aden, cui si aggiunge il sostegno logistico assicurato dalla Delegazione di Gibuti, mentre e’ imminente l’apertura di un analogo centro in Oman.

Oltre a prestare assistenza umanitaria ai civili, la Croce Rossa Internazionale – in qualita’ di intermediario neutrale del conflitto – continua inoltre a svolgere continue azioni di advocacy tra le parti in causa, volte a facilitare pause umanitarie temporanee per consentire l’evacuazione dei feriti e la prima assistenza di emergenza alle vittime del conflitto.

Il contributo italiano verra’ utilizzato dal CICR – che lavora in stretto contatto con la Mezza Luna Rossa yemenita – per attivita’ di protezione e assistenza alle persone colpite dal conflitto. In ambito sanitario il CICR fornisce supporto per le cure mediche d’urgenza, sia mediante l’invio di team chirurgici, sia attraverso la fornitura di medicine essenziali ed equipaggiamenti ai centri ospedalieri.

A causa dei danni riscontrati alle infrastrutture per via dei bombardamenti aerei, le attivita’ del CICR si concentrano anche nel ripristino delle condutture idriche danneggiate, mentre continua la distribuzioni di beni essenziali e cibo, considerato che sono circa 12 milioni le persone a rischio di insicurezza alimentare e 16 milioni (oltre il 60% della popolazione) coloro che necessitano dell’assistenza internazionale,mentre ammonta a oltre 330.000 il numero degli sfollati interni. (AB, 1 giugno 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts