Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Giornata dell’Ambiente: Onu celebra ad Expo, e dalla Cina buone notizie

ROMA – Dal 1972 ogni 5 giugno il mondo celebra la giornata mondiale dell’ambiente istituita dall’Onu,  che quest’anno, oltre ad essere celebrata in seno all’Expo di Milano, vede anche una novità che arriva dalla Cina.

Secondo quanto ha riferito il primo consigliere di settore delle Nazioni Unite, Janos Pasztor, Pechino è pronta ad assumere entro giugno un formale impegno per un accordo globale sul clima la cui firma è prevista per il prossimo dicembre a Parigi. Il presidente cinese Xi Jinping – ha detto Pasztor- ha inviato la scorsa settimana una lettera in questo senso al segretario generale  Ban Ki-moon. La Cina è il maggior produttore di gas effetto serra al mondo, e un suo impegno sul trattato è fortemente atteso. Gli Stati Uniti vi hanno già aderito nel marzo scorso, mentre, ha precisato Pasztor, mancano ancora all’ appello 154 Paesi. giornata_mondiale_ambiente_2014[1]

Intanto a Milano la Giornata Mondiale dell’Ambiente ha un titolo che non ammette tentennamenti né ritardi:  ”Sette miliardi di sogni. Un Pianeta. Consumare con cautela”. Promossa dalle Nazioni Unite e ospitata quest’anno dal Governo Italiano nell’ambito di Expo, la giornata è stata presentata dal direttore del Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (Unep), Achim Steiner e dal Ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, che insieme hanno firmato la Carta di Milano.

“Il tema che abbiamo scelto – ha spiegato Steiner – si rifà all’obiettivo ‘fame zero’ che l’Onu si è posto, ma anche al messaggio di Expo ‘Nutrire il pianeta’. In questo momento stiamo sfruttando circa il 40% in più delle risorse disponibili sulla Terra. Se continueremo a questi ritmi – è l’allarme del numero uno dell’Unep – il consumo annuale globale delle risorse potrebbe arrivare a 140 miliardi di tonnellate nel 2050, il triplo rispetto al 2000”.

Ed ecco che proprio ad Expo viene presentato un “manuale” che mette in luce le buone pratiche per i cittadini e le imprese e i principi che devono orientare le politiche dei governi. “Expo ha messo al centro il tema fondamentale dell’ambiente, dello spreco del cibo e della tutela del territorio – ha detto il ministro Galletti – Puntare sull’ambiente significa curare il pianeta e queste cure non sono più rinviabili. Questo il messaggio che da Expo vogliamo lanciare, anche in vista della Conferenza sul Clima Cop 21 di Parigi”. Lì si giocheranno le sorti del Pianeta. Motivo per cui l’Italia e l’Europa si presenteranno avendo già assunto impegni ambiziosi e giuridicamente vincolanti: la riduzione di almeno il 40% delle emissioni di Co2 e il raggiungimento del 27% dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2030.

(MNT 5 giugno 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts