Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libano: UNIFIL, italiani inaugurano scuole nel sud (e c’è anche una poesia)

RAMADYAH – I caschi blu italiani di ITALBATT, su base Genova Cavalleria hanno inaugurato tre aule didattiche in una scuola elementare nel villaggio di Ramadyah, nel sud del Libano, area di responsabilità del Sector West di UNIFIL al comando del generale Salvatore Cuoci. L’attività’, che rientra nel contesto della cooperazione civile-militare (CIMIC), ha la finalità di supportare il sistema scolastico nel sud del paese incrementando l’offerta formativa per i giovani alunni. Il lavoro è stato portato a termine grazie al contributo del Comune di Udine, dell’Associazione Internazionale “Regina Elena” e dell’ “Istituto Salesiano Bearzi” di Udine.

Sono state arredate due aule con 50 banchi e 50 sedie per la frequenza delle normali lezioni scolastiche e – al fine di garantire uno studio dell’informatica adeguato alle attuali esigenze formative – un’aula con 10 computer. La classe, intitolata “Udine” in onore della città che ha contribuito alla donazione del materiale ed alla realizzazione del progetto, è stata aperta alla presenza del comandante di ITALBATT, Colonnello Giovanni Biondi, e del preside, Mohammad Darwish. Alla cerimonia erano presenti anche numerosi alunni ai quali è stato donato uno zaino contenente del materiale didattico. Nel suo discorso il preside ha ringraziato il comandante e i suoi uomini che operano nel sud del Libano, per l’impegno profuso a sostegno della popolazione locale, ”chiaro esempio di vicinanza e sincera collaborazione”.

Sul blog della Brigata Friuli frattanto, è stata pubblicata una poesia dedicata ai peacekeepers italiani da un sindaco del Libano Sud per esprimere la sua gratitudine per il loro lavoro. Eccola:

AI CASCHI BLU ITALIANI

Siete dei soldati senza un nemico.

Non avete l’intenzione di occupare la terra, sottomettere il popolo e rubarne la ricchezza.

Chi siete?

Regnate la foresta, pregate ad ogni angolo e seminate l’amore, la sicurezza e la pace!

Chi siete?

Siete i messaggeri di Gesù?

Siete i messaggeri di Maometto?

Siete i messaggeri di tutti i profeti?

Siete i seguaci di Giuseppe il falegname?

Siete dei monaci? Dei preti?

Chi siete?

Siete arrivati in una era dominata dall’ignoranza e dai crimini!

Chi vi ha portati qui, presso Gerusalemme, dov’è nato Gesù?

Senza dubbio siete i seguaci del Salvatore dell’umanità.

(Poesia scritta da un sindaco della zona. Traduzione a cura di Youssef Daher e Ikhlas Khalifee)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts