Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Spreco Zero: la legge in Italia arriva entro il 2015

MILANO – Entro il 2015 l’Italia avra’ la nuova legge “Spreco Zero” che inizia il suo iter in parlamento proprio in questi giorni. Le aziende che sceglieranno di donare il cibo invece che buttarlo, avranno incentivi fiscali e sconti. Inoltre verrà innalzata a 15mila euro la soglia di valore del cibo che non richiede precisi adempimenti burocratici, in caso di distruzione di alimenti. In questo modo per le aziende sarà più semplice salvare il cibo.

Logo_SprecoZeroLa proposta “Spreco Zero” è stata illustrata dal Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli, insieme al Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina a Expo. “L’innalzamento della soglia ai 15mila euro è un passaggio essenziale della nostra proposta – ha affermato Paola De Micheli – per raggiungere l’obiettivo di ridurre al massimo gli sprechi alimentari. Altre misure a altri incentivi sono allo studio del Ministero dell’Economia che parteciperà al tavolo tecnico istituito sul tema”.

Per accelerare nella lotta agli sprechi, “il Governo è pronto a rendere più conveniente la donazione degli alimenti rispetto alla loro distruzione da parte delle industrie e della grande distribuzione”, ha annunciato il ministero in una nota.
“Entro il 2016 – ha detto Martina al termine del Tavolo di Lavoro Indigenti – vogliamo raddoppiare il cibo donato agli indigenti, portando a 1 milione le tonnellate di alimenti salvati dallo spreco. Siamo pronti a semplificare le leggi per rendere la donazione di alimenti più conveniente per chi produce e distribuisce. Per raggiungere l’obiettivo dobbiamo continuare a puntare su un modello che incentivi il recupero e la costruzione di rapporti forti tra gli enti caritativi e il mondo della produzione e distribuzione alimentare”.
Con la nuova norma, poi, si interviene per potenziare il recupero degli alimenti, rafforzando la legge del ‘buon samaritano’ che dal 2003 incentiva la riduzione dello spreco dei cibi dalla ristorazione, semplicemente equiparando al consumatore le Onlus che provvedono a recuperarli e a donarli agli indigenti. (AB, 12 giugno 2015)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

3 Trackbacks & Pingbacks

  1. Alimentazione, combattere gli sprechi per salvare il futuro - Newsportal24
  2. Alimentazione, combattere gli sprechi per salvare il futuro | Rosso di Sera
  3. Alimentazione, combattere gli sprechi per salvare il futuro - Truffe a Londra

Comments are closed.