Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sviluppo sostenibile: il sistema cooperativo al servizio di donne e giovani

SENEGAL. 2015. Niro. Cultivating "bissap", a hibiscus-based food used as a beverage. The flowers are dried in the process.

MILANO – Il sistema cooperativo come soluzione efficace per rispondere ad una sfida: quella di dotare di strumenti adeguati e di risorse  le donne e i giovani he possono esser la chiave di volta dello sviluppo sostenibile. ne hanno discusso  in occasione di Expo 2015 e dell’Anno Europeo per lo sviluppo nel convegno ”Nutrire il pianeta post-2015: lavoro dignitoso, giovani e uguaglianza di genere”, organizzato  dalla Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo (Dgcs) del ministero degli Esteri  in collaborazione con Coopermondo, l’associazione per la cooperazione internazionale di Confcooperative.

GUATEMALA. Sololà, San Juan la Laguna. January 20, 2015. Cooperative La Voz que Clama en el Desierto. Coffee picker.

GUATEMALA. Sololà, San Juan la Laguna. January 20, 2015. Cooperative La Voz que Clama en el Desierto. Coffee picker.

Al centro del dibattito la promozione delle cooperative come forme di impresa sostenibili dal punto di vista economico, sociale e ambientale. ”Le cooperative agricole svolgono un ruolo chiave nella sfida alla riduzione della fame nel mondo, specialmente nei paesi in via di sviluppo perché offrono ai produttori una migliore capacità di contrattazione, un maggior reddito e, quindi, una migliore condizione di vita” ha detto Cristiano Maggipinto del Ministero degli Esteri, inaugurando il convegno cui hanno partecipato, tra gli altri, Paola Testori di Women for Expo, Giuseppe Tonello del BanCodesarrollo e Claudia Fiaschi, vice presidente di Coopermondo.

Paola Testori ha posto l’accento sul ruolo svolto dalle donne nel settore dell’agricoltura, spiegando che il progetto di Women for Expo intende ”migliorare la capacità delle donne di risolvere la sfida di fame e spreco di cibo attraverso l’eliminazione degli ostacoli che in molte parti del mondo penalizzano la categoria femminile: norme sociali, tecnologia, strumenti finanziari, salute, istruzione”. Per Giuseppe Tonello sono i giovani che al giorno d’oggi ”fanno più fatica a trovare un lavoro dignitoso. E’ necessario sviluppare in loro l’autostima che li porti a creare le proprie soluzioni, a organizzarsi meglio, a combattere contro le ingiustizi”.

Claudia Fiaschi ha concluso  ricordando che per garantire la sostenibilità occorre verificare cosa sia necessario produrre e in che modo. ”La cooperativa è sicuramente una soluzione, se non la più efficace, per la sua qualità di essere un luogo di dignità e di relazioni che rafforza i legami sociali di cui abbiamo bisogno e dove regna la democrazia”.

L’impegno di Coopermondo si traduce in circa 60 progetti di sviluppo tra Sud America, Africa, Europa dell’est e Asia che coinvolgono principalmente piccoli produttori e cooperative per permettere alla popolazione locale di acquisire sovranità alimentare e sicurezza. Attraverso la collaborazione con un gruppo di banche di credito cooperativo, Coopermondo ha finanziato  – con lo strumento del microcredito – oltre 60 imprese agricole per un totale di più di 6 mila beneficiari.

(MNT   17 giugno  2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts