Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Waldorf Astoria, tradito dagli americani dopo l’acquisto dei cinesi?

NEW YORK- E’ uno dei grandi simboli architettonici della metropoli. E per più di mezzo secolo, vista la vicinanza con il Palazzo di vetro, è stato la testa di ponte del governo americano a New York: lì, infatti, nelle “Towers”, risiede l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Onu (adesso è Samantha Power); sempre lì alloggia il presidente quando lascia la Casa Bianca per andare in missione nella Grande Mela; e ancora lì, durante le settimane più calde dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, nel mese di settembre, si concentrano diplomatici e generali, giornalisti e delegazioni internazionali.

Samantha Power

Samantha Power

Ma adesso il Waldorf Astoria, l’immenso albergo di lusso costruito nel 1931 lungo Park avenue, rischia di essere tradito dal governo americano. La ragione? Washington teme che, dopo l’acquisto dell’hotel nello scorso ottobre da parte del gruppo cinese Ambang Insurance per 1,95 miliardi di dollari, la struttura non sia più sicura come una volta in termini di intelligence e di 007.

La notizia del possibile abbandono del Waldorf è stata data dall’Associated Press e subito ripresa da Foreign Policy. Se confermata, dimostrerebbe l’escalation nella guerra delle spie tra Cina e Stati Uniti. Ormai non passa giorno senza che Washington accusi Pechino di qualche forma di hackeraggio. In teoria, nonostante l’acquisto da parte dei cinesi, il Waldorf, che ha 1430 stanze ed è alto 190 metri, viene gestito dal gruppo americano che lo possedeva in precedenza, l’Hilton WorldWide Holdings. Ma i nuovi proprietari hanno deciso di rinnovare tutta la struttura e il sospetto degli 007 americani è che durante i lavori possano essere installati segretamente telecamere, cimici e microfoni. Di qui l’ipotesi di un trasferimento in massa di ambasciatori, presidenti e funzionari, che cambierebbe la “geografia diplomatica” di New York.

(AZ, 19-6-2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts