Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione italiana finanzia nuove iniziative per 13 milioni di euro

ROMA –  Tredici milioni di euro: è l’ammontare totale delle nuove iniziative messe in cantiere dalla Cooperazione italiana.  Il Comitato Direzionale riunitosi alla Farnesina sotto la presidenza del sottosegretario Benedetto Della Vedova, ha infatti approvato il finanziamento di nuove iniziative tra le quali un contributo all’Ifad di 3,5 milioni di euro a sostegno della ‘Somali Development Reconstruction Facility’ e, sempre in riferimento alla Somalia, un contributo a Un-Habitat per la riabilitazione in forma partecipativa di alcuni distretti di Mogadiscio.

Un finanziamento di circa 2 milioni di euro sarà destinato al progetto di dragaggio, risanamento e sviluppo del bacino idrografico di Dorì, in Burkina Faso. Approvati anche gli interventi per il Sudan mirati alla protezione dei diritti dei bambini orfani disabili nella città di Khartoum (500 mila euro) ed all’assistenza tecnica al Ministero della Sanità per la partecipazione ai meccanismi di coordinamento del Fondo Globale. Il Direzionale ha inoltre dato luce verde ad una nuova fase degli interventi per lo sviluppo delle oasi a Rijm Maatoug, in Tunisia (2 milioni di  euro) e al finanziamento annuale al Pam per il funzionamento della Base logistica umanitaria (Unhrd) di Brindisi (circa 2 milioni di euro).

Il successo del ‘modello Brindisi’ è testimoniato dal fatto che negli ultimi due anni il numero degli utilizzatori dei servizi di Unhrd (governi, Ong ed organizzazioni Internazionali) è aumentato del 70 per cento.  L’Italia è il principale donatore con circa due milioni di euro l’anno che coprono i costi di gestione della Base di Brindisi, cui si sommano i finanziamenti per i servizi erogati pari a 1,5 milioni di euro.

Di particolare rilievo infine il contributo di emergenza concesso all’Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale in Iraq. Il Direzionale ha infine confermato l’impegno italiano nel settore ambientale ed energetico a sostegno dei piccoli Paesi insulari in via di sviluppo (Sids), approvando un contributo di 600 mila euro all’ Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) per la gestione delle implicazioni ambientali e sociali delle politiche energetiche negli Stati insulari del Pacifico.

(MNT,  24 giugno 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts