Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, un giardino verticale e l’ingegneria agricola anti-spreco presentati all’Israele Day

Il "giardino verticale" del padiglione di Israele a Expo Milano (foto Afp)

MILANO EXPO – Un giardino verticale lungo 70 metri e alto 12, interamente coperto di piante e fiori , è la caratteristica principale del padiglione di Israele a Expo Milano 2015, dove oggi ha festeggiato il suo National Day.  In un’area complessiva di 2.369 metri quadri,  Israele presenta un viaggio nell’ingegneria agricola e nelle capacità innovative che hanno caratterizzato lo sviluppo del Paese mediorientale.  Oggi  leader nel campo della scienza e della ricerca, Israele ha voluto utilizzare Expo Milano per mettere a disposizione dei visitatori le competenze acquisite in questi anni, come un grande “granaio di conoscenze”, tra cui la capacità di rendere fertili terreni in prevalenza aridi.

Nella prima sala, attraverso film 3D ed effetti multidirezionali, è illustrata la storia dell’agricoltura israeliana. Uno dei film presentati racconta il piano di rimboschimento di Israele portato avanti dal Fondo Nazionale Ebraico (KKL). Nel secondo spazio una tappezzeria luminosa di led danza in ogni direzione. La sfilata lungo il Decumano degli ottoni e delle percussioni dei “Circle of Drummers and Horns” ha aperto le celebrazioni alle quali hanno partecipato il viceministro degli Esteri israeliano Tzipora Hotovely e il commissario generale di Expo Milano 2015 Bruno Pasquino. Ospiti in platea, l’ambasciatore Naor Gilon, il commissario del padiglione israeliano Elazar Cohen e l’ex sindaco di Milano Letizia Moratti.

Tzipora Hotovely a Expo Milano

Tzipora Hotovely a Expo Milano

“E’ davvero un onore essere all’esposizione universale – ha sottolineato il vice-ministro Hotovely –. Il tema di Expo Milano 2015 è un messaggio universale e di grande importanza a cui rispondiamo con un padiglione dedicato ai progressi di Israele nell’innovazione per l’agricoltura. Irrigazione a goccia, desalinizzazione e lotta allo spreco dell’acqua sono solo alcune delle tecnologie su cui lavoriamo ogni giorno – ha aggiunto Hotovely -. Questo anche grazie a MASHAV, una delle prime agenzie di sviluppo internazionale che promuove innovazioni agricole sin dagli anni ‘50”.

Il vice-ministro ha poi sottolineato i legami storici, commerciali ed economici che contraddistinguono l’Italia e Israele: “L’Italia è il nostro secondo partner europeo in ‘Ricerca e sviluppo’. Con voi cooperiamo in numerosi progetti in tutto il mondo. La combinazione del settore manifatturiero italiano di altissima qualità e l’innovazione israeliana sono la base della nostra partnership. La visita del nostro presidente Netanyahu a settembre sarà un’opportunità per approfondire ulteriormente questa collaborazione”.

acrobati padiglione israele“Il padiglione israeliano – ha aggiunto il commissario Pasquino – è uno dei più affascinanti e il tema ‘I campi di domani’ scelto da Israele dimostra il suo impegno nell’agricoltura unita alla continua ricerca ed elevata tecnologia”. (FM, 25 giugno 2015)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts