Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Con un bosco vero, a EXPO l’Austria spiega l’importanza dell’aria

Il "bosco" al padiglione dell'Austria a Expo Milano (foto OnuItalia.com)

(Di Francesca Morandi) MILANO EXPO – Con un “autentico” bosco austriaco, che produce 62.5 kg di ossigeno ogni ora, l’Austria offre a Expo Milano 2015 l’esperienza del bene più importante per l’uomo: l’aria che respiriamo. Ai visitatori è infatti proposta l’esplorazione di un microclima boschivo, con alberi e piante appositamente trasportati dall’Austria a Milano Expo, che con la loro “evapo-traspirazione” danno una sensazione rinfrescante. Un ambiente che ha finora affascinato oltre 500mila visitatori che fanno del padiglione austriaco uno dei più visitati a Expo Milano, dove oggi l’Austria ha celebrato il suo National Day.

La Bürgermusik Mittersill, una banda in abiti tradizionali, ha dato l’avvio all’Austria National Day a Expo Milano

La Bürgermusik Mittersill, una banda in abiti tradizionali, ha dato l’avvio all’Austria National Day a Expo Milano

La Bürgermusik Mittersill, una banda in abiti tradizionali, ha dato l’avvio alle cerimonie dell’Austria National Day alla presenza del presidente della Repubblica federale austriaco, Heinz Fischer, e il sottosegretario al ministero degli Esteri italiano, Benedetto Della Vedova. “Milano ha vinto e noi ne siamo particolarmente felici”, ha esordito Fischer dopo gli inni nazionali di Italia e Austria. Il presidente Fischer ha poi spiegato che scegliere di portare a Expo Milano 2015 una “fitta foresta” ha l’intento di “mostrare quanto i boschi siano importanti” nell’ecosistema contemporaneo, anche per la loro capacità di generare l’aria che respiriamo. La parola “respirare”, indispensabile alla vita, è scritta in varie lingue sui pannelli all’interno del padiglione che proprone un percorso in un “pezzo” di un vero bosco autriaco, dove la vegetazione crea una temperatura naturalmente più fresca senza ricorrere a sistemi di condizionamento artificiale, che impattano fortemente sul consumo energetico. La sensazione che intende essere trasmessa al visitatore è anche quella della piacevolezza dell’aria pulita, che va preservata contrastando l’inquinamento atmosferico.

Dopo aver lodato l’originalità del padiglione austriaco il sottosegretario Della Vedova ha ricordato “l’intensa cooperazione economica tra Italia e Austria”, citando come l’interscambio commerciale tra i due Paesi si attesti su “circa 17 miliardi di euro”. L’esposizione universale, ha concluso, è l’occasione per “far germogliare e cogliere nuove forme di collaborazione”. In occasione dell’Austria National Day sono state organizzate numerose iniziative di carattere istituzionale, economico e culturale sia all’interno di Expo che in città.  Tra queste un Forum Economico Italia-Austria presso La Triennale di Milano, dove si inaugura anche la mostra d’arte, design e tecnologia “Austrian Design Explosion”.

Bendetto Della Vedova e Michele Valensise (foto Ansa)

Bendetto Della Vedova e Michele Valensise (foto Ansa)

Sono numerosi i settori di cooperazione tra Italia e Austria in campo internazionale, incluse attività di polizia e dogana legate al contrasto di fenomeni criminali trasnazionali. La collaborazione tra i due Paesi è strategica anche a fronte di questioni rilevanti come la stabilità dei confini orientali dell’Unione Europea, la soluzione politica delle crisi siriana e libica e la progressiva integrazione europea dei Paesi balcanici. A questo proposito, lo scorso marzo, si sono tenuti a Roma colloqui tra le delegazioni guidate dal segretario generale della Farnesina Michele Valensise e dal suo omologo austriaco Michael Linhart nel quadro delle periodiche consultazioni diplomatiche tra Italia e Austria. Valensise e Linhart hanno esaminato l’eccellente stato delle relazioni e il potenziale di crescita dei rapporti commerciali e dei flussi di investimenti tra l’Austria e l’Italia, secondo partner commerciale di Vienna. Ulteriori spazi di collaborazione si delineano nell’impegno di Italia e Austria in seno all’Iniziativa Centro-Europea (InCE), che ha sede a Trieste, e nei lavori per la realizzazione della galleria di base del Brennero.  A Vienna opera inoltre la delegazione italiana, guidata dall’ambasciatore Filippo Formica, della Rappresentanza permanente d’Italia presso le Nazioni Unite, che collabora con l’UNODC (principale organismo dell’ONU impegnato nella lotta contro la droga e la criminalità organizzata transnazionale), portando avanti attività oggi ancor più rilevanti a fronte della minaccia terroristica che investe l’intera Europa. (FM, giugno 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts