Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, con un orto verticale e tradizione, gli Usa rompono lo stereotipo del fast food

(di Francesca Morandi) MILANO EXPO – Con cibi tradizionali e l’orto verticale piu grande al mondo, composto da 42 specie di piante, frutta e verdura, gli Stati Uniti a Expo rompono gli stereotipi di una cucina americana fatta solo di fast food e offrono esempi di innovazione tecnologica. Il tema del padiglione statunitense, intitolato “Cibo americano 2.0: Uniti per nutrire il Pianeta”, è stato presentato ufficialmente questa mattina durante il Usa National Day a Expo Milano 2015, alla presenza del segretario dell’Agricoltura Tom Vilsack, che ha guidato la delegazione presidenziale americana. Una parata lungo il Decumano (via principale di Expo) ha avuto come protagonisti i Trojans – la marching band della University of Southern California, con le sue premiate cheerleader.

La "fattoria verticale" (foto OnuItalia.com)

La “fattoria verticale” (foto OnuItalia.com)

In occasione delle celebrazioni a Expo della 239° Festa dell’indipendenza americana, il presidente Barack Obama è intervenuto con un video-messaggio in cui si è congratulato con l’Italia per il successo dell’esposizione universale, affrontando poi  le sfide globali legate all’alimentazione.  “Entro il 2050 la popolazione mondiale supererà i 9 miliardi di persone – ha detto Obama -. Mano a mano che la popolazione cresce, dobbiamo lavorare insieme per creare un sistema alimentare sostenibile e per migliorare e la salute delle persone di tutto il mondo. Negli Stati Uniti abbiamo deciso di rendere prioritario l’incremento della sicurezza alimentare. Questo vuol dire migliorare l’agricoltura, promuovere abitudini alimentari sane e combattere i cambiamenti climatici”.

Con un’area espositiva, che si ispira a un tradizionale granaio americano e si sviluppa su tre piani, gli Stati Uniti intendono promuovere a Expo la conoscenza per il cibo americano, che è diversificato ed è fatto anche da cuochi d’eccellenza e giovani imprenditori, che si ispirano a ricette locali e vogliono promuovere cibo sano e a “Km zero”. Sulla facciata del padiglione, al quale si accede attraverso una passerella in legno recuperato dal lungomare di Coney Island, spicca un enorme pannello che raffigura un piatto con forchetta e coltello sopra una tovaglia a “stelle e strisce”.  L’elemento distintivo del padiglione è la grande “fattoria verticale” (860metri quadrati), in cui crescono 42 varietà di ortaggi, verdure e erbe aromatiche, irrigate con un sistema altamente tecnologico che riclica l’acqua. Il “cibo americano 2.0” è infatti un cibo più sano, prodotto anche localmente, più legato alla stagionalità e alla tradizione americana. A Expo gli Usa intendono anche proporre una capacità di innovazione in ambito alimentare, simboleggiata dalla “fattoria verticale”, che  mira a contrastare lo spreco e rendere le città, le periferie urbane, più sostenibili. L’edificio del padiglione Usa, che la settimana scorsa ha superato un milione di visitatori, è stato costruito con materiale completamente sostenibile.  La terrazza panoramica è composta da un vetro speciale, chiamato “smart glass”, che frena la diffusione di un calore eccessivo senza sistemi di condizionamento dell’aria.

Il padiglione USA a EXPO (foto OnuItalia.com)

Il padiglione USA a EXPO (foto OnuItalia.com)

Il programma e gli eventi del padiglione  comprendono i “Food Truck Nation”, una serie di furgoncini che servono innovativi cibi e bevande tipiche di ciascuno Stato Usa, le cui tradizioni sono raccontate attraverso una serie di video: dal barbecue della Festa del Ringraziamento al fast food fino alle “fusion culinarie” tra l’alimentazione americana e quelle di altre culture (messicana, italiana, giapponese, …), viene presentata l’enorme varietà del cibo “Made in Usa”.

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts