Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Iraq: cooperazione al lavoro per salvaguardia tesori della provincia di Duhok

ROMA – La provincia irachena di Duhok ha nuovi alleati: la Cooperazione italiana è scesa in campo al suo fianco per la salvaguardia e la valorizzazione del suo immenso patrimonio culturale con attività di documentazione, formazione e progettazione. Secondo un comunicato il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’Università di Udine e l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del Cnr hanno mappato oltre 600 nuovi siti archeologici con ricognizioni al suolo, immagini aeree e foto satellitari. Hanno realizzato modelli tridimensionali dei bassorilievi con laser scanner e fotogrammetria digitale.310x0_1425599127166_Schermata_2015_03_06_alle_00.43.22[1]

L’acquedotto del re assiro Sennacherib del 700 a.C. è l’opera maggiore: 240 chilometri di canali che portavano acqua ai giardini di Ninive, l’attuale Mosul, e alle coltivazioni della regione. Ci sono, inoltre, i complessi monumentali di Khinis e Jerwan e i rilievi rupestri di Maltai, a pochi chilometri da Duhok. Tutti ancora in buono stato di conservazione, ma a rischio di distruzione e abbandono. La documentazione e i rilievi 3d sono completati. Le nuove tecnologie hanno ridato al mondo ciò che prima era conosciuto solo attraverso foto di inizio ‘900.

Nuove professionalità irachene sono a lavoro ogni giorno a Duhok. Il complesso monumentale di Khinis è già parte del Watch World Monument Fund ed è pronto il progetto per renderlo parco archeologico aperto al pubblico ed essere ammesso nella Tentative List dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Nei prossimi mesi sarà organizzato il Watch Day, dedicato ai ragazzi delle scuole. Bambini e genitori potranno alzare la testa e osservare la bellezza della loro storia. Con i loro occhi, afferma la Cooperazione, l’Iraq può guardare avanti.

(MNT  6 luglio  2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts