Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, il Camerun presenta quadri sul cacao e firma la Carta di Milano

Camerun National Day a Expo Milano (foto Expo.org)

MILANO EXPO – All’insegna del cacao e danze tribali il Camerun ha celebrato oggi il suo National day a Expo Milano 2015, dove ha firmato la “Carta di Milano”. Il Paese dell’Africa Equatoriale, che espone all’interno del Cluster del Cacao, ha offerto ai visitatori una parata di danze tipiche e una mostra di quadri di vari artisti camerunensi che hanno interpretato il gusto unico del cacao. In rappresentanza del Camerun era presente una delegazione guidata dal ministro del Commercio e rappresentante del presidente, Luc-Magloire Mbarga Atangana. “La partecipazione del Camerun a Expo Milano 2015 ha l’obiettivo di mettere in pratica relazioni storiche di partenariato che il nostro Paese intrattiene fin dalle origini con la Comunità Europea”, ha spiegato il ministro Luc-Magloire Mbarga Atangana. “Il Camerun rivendica il diritto del nome che gli è stato affidato, quello di ‘Africa in miniatura’ in ragione della sua diversità climatica, geografica, umana e culturale”, ha sottolineato il commissario generale di Expo Milano 2015, Bruno Pasquino evidenziando come “il cacao è inoltre un catalizzatore molto importante per le imprese, le comunità e le nazioni e quindi merita un allargamento degli attori e della catena produttiva, dando vita a una riflessione e un dialogo per studiare le sue opportunità, come il vostro padiglione dimostra”. Dopo le cerimonie ufficiali il ministro Mbarga e i rappresentanti camerunensi si sono recati al Padiglione Italia dove hanno firmato ufficialmente la Carta di Milano, documenti di intenti sulla sostenibilità alimentare che sarà consegnato il prossimo ottobre al Segretario dell’Onu Ban Ki-moon.

La mostra di artisti camerunensi sul Cacao (foto Il Giorno)

La mostra di artisti camerunensi sul Cacao (foto Il Giorno)

Paese ricco di piantagioni e territori incontaminati, il Camerun sta puntano su nuove aree di sviluppo – oltre ai settori tradizionali che sono agricoltura, pesca e allevamento – per diversificare la propria economia. Il governo del Camerun sta cercando di attrarre investimenti su energia, infrastrutture e tecnologie informatiche. Nonostante i miglioramenti macroeconomici del Paese (con una crescita del 4,8% nel 2013 e previsioni del 5% per il 2014), restano criticità nel Paese, dove anche la cooperazione italiana sta cercando di intervenire. Lo scorso 16 maggio dalla Base logistica delle Nazioni Unite (UNHRD) di Accra è partito un volo umanitario organizzato dalla Cooperazione Italiana alla volta di Maroua, località a nel Nord del Camerun, per fornire assistenza alle migliaia di sfollati interni camerunensi e rifugiati nigeriani, in fuga dalla violenze del gruppo terroristico fondamentalista Boko Haram. Il volo ha trasportato beni di prima necessità e beni di soccorso quali tende, generatori di emergenza, potabilizzatori, taniche e serbatoi di acqua, coperte, kit sanitari, kit igienici, cucine e vettovaglie da campo. La spedizione – del valore complessivo di circa 120.000 euro – si aggiunge al contributo di 350.000 Euro destinata all’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) stanziato dalla Cooperazione Italiana per sostenere le attività di assistenza a rifugiati, sfollati interni e comunità ospitanti nel nord del Camerun. (FM, 7 luglio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts