Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, la Tanzania con le sue 120 etnie è modello di convivenza

Tanzania National Day a Expo Milano (foto Daniele Mascolo - Expo 2015)

MILANO EXPO – Danze, ritmo e colori dei ragazzi del Bagamoyo College of Art hanno aperto la cerimonia ufficiale del National Day della Repubblica Unita di Tanzania oggi a Expo Milano 2015.  Il vice presidente di Zanzibar, Seif Sharif Hamad, ha ringraziato il governo italiano per aver supportato con forza e convinzione la partecipazione del Paese africano all’Esposizione Universale. “Nutrire il pianeta, energia per la vita è un tema essenziale per tutti i popoli del mondo. E’ necessario concentrarsi soprattutto sullo spreco alimentare e sulla malnutrizione, due problemi cruciali per i Paesi in via di sviluppo”, ha affermato il vice presidente.

Seif Sharif Hamad (foto Daniele Mascolo - Expo 2015)

Seif Sharif Hamad (foto Daniele Mascolo – Expo 2015)

La Tanzania è presente ad Expo Milano 2015 all’interno del Cluster delle spezie. “Cardamomo, vaniglia, zafferano, cannella sono i prodotti che caratterizzano il nostro Paese, in particolar modo l’isola di Zanzibar, e che abbiamo scelto per rappresentare la Tanzania qui a Milano”, ha spiegato Sharif Hamad. Ad accogliere la delegazione tanzanese, Bruno Pasquino, commissario generale di Expo Milano 2015: “Oltre 120 etnie popolano lo Stato che oggi celebriamo, rendendolo un modello di accoglienza e biodiversità culturale e alimentare”. Pasquino ha poi ringraziato la Tanzania per il sostegno che sta dimostrando al Burundi, accogliendo oltre 60.000 profughi burundesi. All’inizio di luglio  la Cooperazione italiana ha approvato un contributo multilaterale di emergenza di 300mila euro in risposta alla crisi umanitaria provocata in Tanzania dall’afflusso dei civili in fuga dal Burundi. I finanziamenti italiani sosterranno i programmi di intervento dell’Unhcr per le attività di assistenza e protezione dei rifugiati e richiedenti asilo.

Con uno spazio espositivo di 125 metri quadri, il padiglione della Tanzania a Expo Milano mira a far conoscere il proprio contributo contro la fame in Africa, promuovendo nel contempo il turismo e favorendo nuove partnership e investimenti internazionali per l’espansione dell’economia agricola. L’esposizione di una gran varietà di spezie e il loro uso in cucina sono al centro dell’esperienza dei visitatori. (FM, 13 luglio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts