Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Italia, Afd e Bei finanziano servizi idrici e igienico sanitari in Etiopia

ADDIS ABEBA – Oltre 80 milioni di euro a supporto dei servizi idrici e igienico-sanitari in tutta l’Etiopia: è l’ammontare del finanziamento confermato dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale – rappresentato dall’Unità tecnica locale (Utl) della Cooperazione italiana in Etiopia -,  dall’Agenzia Francese per lo Sviluppo (Afd) e dalla Banca Europea per gli Investimenti annunciato in occasione della terza Conferenza internazionale delle Nazioni Unite per il finanziamento allo sviluppo, che si è tenuta nella capitale Addis Abeba.183704146-83d6be7e-9f80-4905-b6db-e2787ae29c02[1]

Secondo fonti della Cooperazione  si prevede che più di 120 mila famiglie trarranno beneficio in tutta l’Etiopia dal finanziamento.

I tre partner europei finanzieranno il Programma con un contributo totale di 75 milioni di euro a credito d’aiuto, per la creazione e ristrutturazione di infrastrutture idriche e igienicosanitarie in piccole e medie città etiopiche, e con 6,4 milioni di euro a dono, dedicati all’assistenza tecnica al Wrdf, agli uffici regionali e alle “town water utilities”, per un totale complessivo di 81,4 milioni di euro. In particolare, la Cooperazione italiana contribuirà al Programma con un supporto finanziario dell’ammontare complessivo di 15 milioni di euro a credito d’aiuto e 3,5 milioni di euro a dono; l’Afd metterà a disposizione un credito d’aiuto di 20 milioni di euro e 1 milione di euro a dono; la Bei contribuirà infine con 40 milioni di Euro a credito d’aiuto e 1,9 milioni di euro a dono.

La Cooperazione italiana allo sviluppo è presente in Etiopia dal 1986. Il Programma Paese Italia-Etiopia 2013-2015, firmato il 30 maggio 2013, ha lo scopo di rispondere alle priorità nazionali in stretta collaborazione sia con il governo etiope sia con le altre Agenzie di sviluppo presenti nel Paese. Ad oggi, le risorse finanziarie stanziate ammontano a 98,9 milioni di euro nelle modalità del dono e del credito d’aiuto.

(MNT,  17 luglio 2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts