Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Flavia Pansieri si e’ dimessa dopo scandalo molestie soldati francesi in Centrafrica

Flavia Pansieri, UN Deputy High Commissioner for Human Rights

NEW YORK – L’italiana Flavia Pansieri, l’alto funzionario delle Nazioni Unite che ha ammesso di non aver dato seguito ad scuse di molestie sessuali da parte di soldati francesi nella Repubblica Centroafricana, si e’ dimessa.

Le Nazioni Unite hanno confermato che la Pansieri ha lasciato il suo posto di vice alto commissario per i diritti umani per “ragioni di salute”. Nessun altro particolare e’ stato fornito.

In una dichiarazione riservata ottenuta mesi fa dall’Associated Press la Pansieri aveva detto di essere stata distratta da questioni di budget e di personale e di avere dunque trascurato le accuse sottoposte al suo ufficio. La Pansieri aveva detto di aver immaginato che i francesi stessero dando seguito alle accuse anche se la Francia stava sollecitando a sua volta le Nazioni Unite per ricevere piu’ informazioni.

63 anni, una veterana del sistema delle Nazioni Unite – ha cominciato nel 1983 a UNDP in Cina – la Pansieri era stata coinvolta nelle accuse venute in luce in Centrafrica secondo cui soldati francesi assegnati alla protezione di civili avevano molestati bambini tra i nove e i 15 anni. Le testimonianze erano state raccolte da personale Onu a Bangui nel maggio 2014 e trasmesse a un direttore svedese delle operazioni sul campo, Anders Kompass, di base a Ginevra, che a sua volta in agosto aveva informato la Pansieri in quanto sua superiore. Kompass aveva passato una copia delle testimonianze con i nomi delle presunte vittime a diplomatici francesi in Svizzera.

Nominata numero due dell’alto Commissariato per i Diritti Umani nel 2013, la Pansieri ha contestato di esser stata informata all’epoca che Kompass avesse consegnato il dossier alla Francia. Kompass era stato messo in aspettativa senza stipendio ma poi reintegrato nei ranghi da un tribunale interno all’ONU. Lo svedese, che resta sotto inchiesta, non aveva spiegato perche’ avesse offerto ai francesi il rapporto prima che i suoi superiori avessero censurato i nomi dei minori – una pratica di routine per proteggere la privacy delle vittime – o prima di sottoporlo ufficialmente.

 (AB, 22 luglio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts