Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Diritti umani: Italia rilancia agenzia nazionale autonoma e indipendente

ROMA – L’Italia rilancia la proposta di una Agenzia nazionale autonoma ed indipendente per tutelare i diritti umani nel Paese. In conformità con la strategia delle Nazioni Unite, che nella protezione dei diritti civili individua uno dei suoi pilastri insieme alla pace ed alla sicurezza. “E’ importante che nasca con una fortissima caratteristica di indipendenza un’agenzia per la salvaguardia dei diritti umani: serve anche a noi che stiamo al governo”, ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni durante il convegno alla Farnesina “Proteggiamo e promuoviamo i diritti umani”.

Il progetto giace in Parlamento da qualche anno e attualmente è all’esame come proposta di legge nella Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama. Il convegno, promosso dal Comitato Interministeriale per i Diritti Umani (Cidu) e moderato dall’ambasciatore Gian Ludovico De Martino, ha rilanciato l’iniziativa.

“La protezione dei diritti umani – ha detto Gentiloni – è uno dei tre pilastri della strategia delle Nazioni Unite, e gli altri sono ovviamente la pace e la sicurezza. L’equilibrio fra pace, sicurezza e diritti umani è mobile, specialmente in questa nostra Regione, il Mediterraneo e il Medio Oriente che oggi affronta nuove sfide. Dobbiamo riconoscere senza vergogna che la politica estera è fatta di negoziato, realismo e
compromesso ma non possiamo trattare i diritti umani con un lusso di altri tempi: le due cose vanno di pari passo”.

“L’Italia – ha detto il titolare della Farnesina – si fregia di aver portato avanti battaglie per la moratoria della pena di morte, contro le mutilazioni genitali femminili e i matrimoni precoci. Ma i diritti umani riguardano anche il tema dei migranti, così come la dimensione delle carceri, come ricordano i recenti eventi nelle prigioni italiane”. A questo proposito, il ministro ha sottolineato che “la civilissima Europa è riuscita a dividersi in modo triste su strani vincoli che riguardano essere umani”.

In prima linea Emma Bonino: “Più che diritti umani a me piace chiamarli diritti civili. E siamo onesti, in questi anni in Italia non hanno vissuto tempi felici. Mi auguro che stia tornando quell’attenzione per i diritti civili che ha aperto in Italia una grande stagione di riforme”, ha detto l’ex ministro degli Esteri, e a questo proposito ha sottolineato che è venuto il momento che la politica faccia la sua parte perché “non si può sempre aspettare che sia la società civile a esercitare pressione senza mai ottenere nulla”. (AB, 24 luglio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts