Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNDP: da Italia un milione di Euro per Cammino degli Incas

ROMA – Tra le molte strade costruite nel Sudamerica precolombiano, il cammino degli Incas (Qhapaq Ñan) fu il più esteso ed il più avanzato per gli standard dell’epoca. Tutta la rete si basava su due strade che attraversavano l’immenso impero lungo la rotta nord-sud. Bolivia, Ecuador e Peru’, tre dei Paesi attraversati da questa straordinario itinerario lungo le Ande, sono i destinatari di un progetto regionale di assistenza tecnica di UNDP finanziato con quasi un milione di Euro dalla Cooperazione Italiana.

Camino inca

Camino inca

Intitolato “Sviluppo delle capacita’ locali per la promozione del
turismo culturale comunitario lungo il cammino del Qhapac Nan”, l’iniziativa avra’ una durata prevista di 12 mesi e l’obiettivo di creare un’alternativa economica sostenibile basata sul turismo alle tradizionali attivita’ produttive per alcune popolazioni rurali che vivono in zone contigue al Cammino, caratterizzate da marginalizzazione ed alti tassi di poverta’.

Il Qhapaq Ñan nel suo complesso attraversa sei nazioni sudamericane ed e’ stato iscritto nel 2014 nelle liste dell’UNESCO. Tutta la rete si basava su due strade che attraversavano l’impero lungo la rotta nord-sud raggiungendo altitudini, talora di oltre 5.000 metri sul livello del mare. La più orientale delle due partiva dal Puna e dalle valli di Quito e raggiungeva Mendoza (Argentina). Quella occidentale invece seguiva le pianure costiere tranne che il tratto che attraversava il deserto, nel quale costeggiava le colline. Le varie tratte univano le regioni dell’impero Inca, a partire dalla capitale Cusco, per circa 30 000 km di strade e permetteva l’accesso ad oltre 3 milioni di chilometri quadrati di territorio.

Il contributo a UNPD e’ uno di molti approvati dal Comitato Direzionale per la Cooperazione allo Sviluppo, riunito venerdì 24 luglio alla Farnesina sotto la presidenza del Sottosegretario Benedetto Della Vedova.

Il sottosegretario Della Vedova

Il sottosegretario Della Vedova

Oltre a progetti per un ammontare di 64 milioni di Euro, il Comitato Direzionale ha approvato anche due nuove Linee Guida per le attività di cooperazione, che vanno ad aggiungersi al già importante corpus di documenti che orientano le politiche della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo: le prime riguardano il settore dell’acqua, la cui importanza strategica diventa sempre più evidente, mentre le seconde stabiliscono i principi a cui attenersi per garantire l’accessibilità delle costruzioni finanziate dalla DGCS da parte delle persone con disabilità.

Le iniziative finanziate interessano, oltre all’America Latina, l’Africa subsahariana, in particolare in Etiopia, Sudan e Senegal, e il Medioriente a Gaza, Libia, Libano e Tunisia. Confermato anche l’impegno italiano nel settore infrastrutturale in Afghanistan (con l’approvazione di un progetto di 730 mila Euro. (AB, 25 luglio 2015)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts