Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sudan: nuovo progetto Cooperazione per disabili e orfani

KHARTOUM – Un nuovo progetto a favore dei bambini e disabili orfani della città di Khartoum, Sudan, è stato approvato dalla Direzione Generale alla Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale. Con un finanziamento di 500 mila euro, gestito direttamente dall’Ambasciata-Ufficio di Cooperazione, l’Italia si impegna a contribuire ad assicurare il pieno godimento dei diritti e l’equo accesso a beni e servizi alle persone con disabilità nella città di Khartoum, in linea con gli standard internazionali ed europei.

Alberto Bortolan e l'ambasciatore Mubarak Rahamatallla con un gruppo di esperti di disabilita' del Ministero del Welfare

Alberto Bortolan e l’ambasciatore Mubarak Rahamatallla con un gruppo di esperti di disabilita’ del Ministero del Welfare

Il progetto si articola su due binari: da una parte sostenere il Ministero del Welfare e della Sicurezza Sociale, sia a livello centrale che locale nella gestione tecnica della problematica sociale; dall’altra l’iniziativa si concentra con un intervento diretto su tre orfanotrofi della capitale, che ospitano anche orfani disabili, una delle categorie sociali più vulnerabili a Khartoum. La Cooperazione Italiana, con questa iniziativa, interviene direttamente su un problema di giustizia sociale molto ampio in Sudan, proponendosi di collaborare con le istituzioni sudanesi per realizzare un approccio integrato socio-sanitario alla disabilità.

Il Direttore dell’Ufficio della Cooperazione Italiana in Sudan, Alberto Bortolan, esprimendo la sua soddisfazione per la decisione della DGCS, ha dichiarato: “Sempre vicini alle persone più vulnerabili, agli emarginati e agli ammalati. La Cooperazione Italiana è sempre attenta a chi ne ha bisogno. In questo specifico caso lavoreremo sull’inclusione sociale dei bambini doppiamente emarginati, perchè orfani e perchè disabili. La sfida ci è cara.” (OI, 19 agosto 2015)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Selezione News n. 54 - DisabiliDOC.it

Comments are closed.