Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, la Thailandia punta sulle rinnovabili e guarda al cibo italiano

Il National Day della Thailandia a Expo Milano (Foto Daniele Mascolo)

MILANO EXPO – “Sicurezza alimentare e sviluppo sostenibile sono tra le priorità nazionali della Thailandia”. Con queste parole Chavalit Chookajorn, segretario Permanente del Ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative thailandese, ha aperto il National Day del Paese asiatico che si è tenuto oggi a Expo Milano 2015.  Alle celebrazioni  ha partecipato la principessa Maha Chakri Sirindhorn. Ad accogliere, questa mattina, l’intera delegazione sono stati il ministro per le Politiche Agricole, Ambientali e Forestali Maurizio Martina,  il commissario Generale di Expo Milano 2015 Bruno Pasquino e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

L'ingresso del padiglione thailandese a Expo Milano (Foto OnuItalia.com)

L’ingresso del padiglione thailandese a Expo Milano (Foto OnuItalia.com)

“La Thailandia – ha spiegato Chookajorn, nel corso della cerimonia dell’alzabandiera – applica la ‘Filosofia del Re della Sufficienza Economica’, una dottrina che enfatizza moderazione, ragionevolezza e prudenza, e che è diventata una fonte di ispirazione per la sostenibilità in ogni ambito della vita”. Entro il 2030 il Paese mira a produrre il 20% dell’energia da fonti rinnovabili, affiancando dunque alla sicurezza alimentare anche quella energetica. Il ministro Martina, nel suo discorso, ha elogiato le finalità educative del padiglione thailandese sui temi della sostenibilità e dell’innovazione e ha sottolineato i forti rapporti commerciali tra Italia e Thailandia: “Credo che la liberalizzazione degli scambi tra Unione Europea e Asia porterebbe grandi benefici per entrambi i Paesi, soprattutto per il nostro comparto agroalimentare”, ha commentato il ministro Martina facendo riferimento ad un mercato di 600 milioni di persone. Infine, il ministro Martina ha rimarcato l’importanza della lotta alla fame, questione al centro del dibattito aperto dall’esposizione universale: “L’obiettivo ‘Fame Zero 2030’ – ha spiegato – deve essere raggiunto con l’impegno concreto della comunità internazionale e dei nostri due Paesi”.

Al centro la principessa thailandese Maha Chakri Sirindhorn con la delegazione italiana a Expo Milano (Foto Daniele Mascolo)

Al centro la principessa thailandese Maha Chakri Sirindhorn con la delegazione italiana a Expo Milano (Foto Daniele Mascolo)

Le celebrazione sono proseguite con uno spettacolo sul tema “Cultura del suolo e dell’acqua” e una dimostrazione di Thai Boxe con il campione Buakaw Banchamek. La Principessa di Thailandia Maha Chakri Sirindhorn, a capo della delegazione, ha quindi visitato Palazzo Italia, dove il Segretario Permanente del Ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative thailandese Chavalit Chookajorn ha firmato la Carta di Milano.  Sabato scorso, durante la sua visita ufficiale a Expo, la principessa thailandese aveva visitato diversi padiglioni, tra i quali quello del Biologico, dove ha partecipato al laboratorio “Con le Mani in Pasta”, preparando le classiche tagliatelle emiliane e mostrando grande interesse per il cibo italiano.

La Thailandia partecipa a Expo 2015 Milano con il tema “Nutrire e deliziare il mondo in modo sostenibile”. Il padiglione, che recentemente ha superato un milione di visitatori, è tra i più grandi dell’Esposizione Universale con 2.947 metri quadrati ed è tra i più innovativi con mappe e proiezioni video a 360 gradi, strumenti interattivi. Il concept dell’architettura del padiglione esprimere l’identità simbolo del Paese, data dalla forma del “Ngob”, il tradizionale cappello dei coltivatori di riso, affiancata dal “Naga” che rimanda alle linee degli uomini-serpente, divinità della prosperità. Attorno alla struttura è presente una risaia thailandese, spina dorsale dell’agricoltura del Paese.

Chavalit Chookajorn a Expo Milano (Foto Daniele Mascolo)

Chavalit Chookajorn a Expo Milano (Foto Daniele Mascolo)

Conosciuto come il “Paese del sorriso”, amato dai turisti di tutto il mondo, la Thailandia è stata colpita lo scorso 17 agosto da un attentato che ha provocato una strage senza precedenti nella storia del Paese asiatico. Una bomba fatta esplodere nel centro di Bangkok ha provocato 22 morti e 123 feriti.  Nonostante il Paese affronti un momento delicato in termini di crescita, seguito anche al colpo di Stato dello scorso anno, la Thailandia è un Paese fortemente orientato al commercio estero e il valore delle esportazioni e delle importazioni si è quasi quadruplicato tra il 2000 e il 2010, con cifre record nel 2011. I rapporti tra Italia e Thailandia sono saldi: nel settembre 2013 sono stati firmati molteplici accordi, come quello tra Agenzia ICE e Board of Investment of Thailand, un’intesa di cooperazione nel settore delle PMI e un accordo di cooperazione nel settore della Difesa.  (FM, 24 agosto 2015)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts