Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Adriatico-Mediterraneo: ad Ancona il Festival per capire immigrazione, flussi e Balcani

ANCONA – Si apre sabato 29 agosto la nona edizione del Festival Adriatico Mediterraneo ad Ancona. Un’occasione per comprendere come sta cambiando il Mediterraneo: dalla Tunisia alla Turchia, dall’Egitto ai flussi di migranti, dalle frontiere balcaniche alla sponda sud del mare, Adriatico Mediterraneo Festival 2015 racconterà fino al 5 settembre che cosa succede nelle zone più calde del Mediterraneo attraverso testimoni di prima mano.
Il cartellone del Festival si presenta ricco di appuntamenti e di novità. Musiche, incontri, mostre, spettacoli e proiezioni: la cultura è un ponte tra le sponde del mare. Sono proprio i ponti il tema portante del festival 2015: ponti come collegamenti tra popoli e culture differenti, in grado di fare comunicare lingue differenti.
Si parte da subito, il 29 agosto, con la Festa Adriatica, quando all’Arco di Traiano si uniranno suoni e sapori dell’Adriatico. Sul palco suoneranno quattro gruppi provenienti da Italia e Balcani: gli italo-albanesi della ‘Spartiti per Scutari Orkestra’, i serbi ‘Vrelo’, l’Orchestrina Adriatica con un ensemble marchigiano con ospiti provenienti da Bosnia, Croazia, Serbia, Irlanda e infine i croati Cinkusi. I sapori saranno quelli delle cucine delle sponde adriatiche grazie a Caffè del Teatro/Stockfish (cucina marchigiana, salentina e albanese), Souvlaki Bar (specialità greche), Cafè Darderi (pasticceria balcanica) e al Festival Internazionale del Brodetto di Fano.
All’Arco di Traiano ci saranno concerti tutte le sere: il 30 agosto i ritmi pugliesi dei Taranta Minor, il 31 salgono sul palco li scatenati Espana Circo Este, il primo settembre doppio appuntamento con le raffinate armonie dei Turkish Cafè e subito dopo il ritorno ad Ancona del fresco vincitore di Musicultura Gianmarco Dottori, il 2 settembre le atmosfere italo-algerine di Anissa Gouizi, il 3 settembre è la volta della tradizione musicale pugliese con gli Uaragniaun, il 4 settembre spazio al sound mediterraneo e innovativo della Sossio Banda, mentre a chiudere il 5 settembre sarà Donia Massoud con la sua personale ricerca sulla musicalità egiziana.
(MNT, 26 agosto 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts