Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Grasso e Boldrini all’Onu: l’Italia delle riforme si candida in Consiglio di Sicurezza

Boldrini e Grasso incontrano i funzionari italiani dell'ONU (ph Luca Marfe')

(Alessandra Baldini)

NEW YORK – Un incontro a tutto campo sui temi dell’Italia che sta cambiando, delle riforme e dell’immigrazione alla vigilia dei due interventi  alle Nazioni Unite per la Quarta Conferenza degli Speaker dei Parlamenti organizzata dall’Unione Interparlamentare (IPU). I presidenti della Camera, Laura Boldrini, e del Senato, Pietro Grasso, hanno fatto il punto della loro missione a New York che ha incluso anche una ventina di bilaterali con colleghi di Paesi membri dell’Onu in vista della campagna per l’elezione dell’Italia in Consiglio di Sicurezza per il biennio 2017-2018.

“Presentiamo un’Italia diversa, l’Italia del cambiamento e dei passi avanti”, ha detto Grasso parlando prima con i giornalisti e poi con la comunita’ italiana a New York nella sede del consolato generale: con lui e con la Boldrini, l’ambasciatore negli Stati Uniti Claudio Bisogniero, il Rappresentante Permanente all’Onu Sebastiano Cardi, la Console Generale Natalia Quintavalle e poi alcuni amici dell’Italia a New York come Matilde Raffa Cuomo, vedova dell’ex governatore dello stato Mario Cuomo e madre del suo successore, Andrew.

Le riforme sono state il leitmotiv dell’intervento di Grasso che nei contatti all’Onu ha spiegato che in Italia, un paese “importante” e con un “grande futuro davanti”, si sta facendo “un cambiamento epocale e strutturale” e che il senso della candidatura e’ di “voler essere utili alla comunità internazionale”, mentre la Boldrini e’ tornata a parlare della crisi dell’immigrazione nel Mediterraneo che in questi giorni, anche in America, sta aprendo le prime pagine dei giornali.

La Speaker della Camera ha osservato che “non c’e’ paese al mondo che non abbia un legame con questo tema. L’Italia e’ stato un paese da cui si e’ partiti per tanto tempo e da cui si continua a partire. Questo dovrebbe indurci a capire che la mobilita’ fa parte della nostra storia e che la mobilita’ produce progresso”. Secondo la Boldrini “il problema e’ che qualcuno questo non lo capisce. Ma la gestione di questo fenomeno non si risolve in uno slogan. Chi lo fa vende fumo”.

La Speaker della Camera, che interviene poco prima di Grasso alla Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti, ha lavorato per 25 anni all’UNHCR prima di entrare in politica: “Presiedere, come ho fatto ieri, una sessione in Assemblea Generale e’ stata una grande emozione”. (AB, 1 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts