Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Yazidi: ex procuratore Ocampo per azione “genocidio” alla CPI

L'ex procuratore della CPI Luis Moreno Ocampo REUTERS/Ari Jalal

NEW YORK – L’ex procuratore capo della Corte Penale Internazionale Luis Moreno Ocampo sta lavorando per far aprire un caso sul “genocidio: della minoranza Yazida in Iraq per mano dell’Isis. Ocampo, che attualmente insegna a Harvard, e’ stato avvicinato di recente da attivisti Yazidi negli Stati Uniti che cercano giustizia per le sistematiche uccisioni, stupri e riduzione in schiavitu’ di migliaia di membri della minoranza religiosa irachena.

“E’ un caso chiarissimo. E’ un genocidio che sta andando avanti perche’ ci sono ancora persone in stato di prigionia”, ha detto Ocampo all’agenzia Reuters a Erbil, la capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno: “Siamo noi che dobbiamo fornire informazioni per far capire alla Corte che abbiamo giurisdizione sul caso”.

Un caso complicato: ci potrebbero volere anni per arrivare a un processo. La CPI non ha giurisdizione sull’Iraq perche’ quel governo non ha firmato il trattato che ha istituito il tribunale, ma avrebbe il diritto di indagare crimini commessi da cittadini di uno dei suoi 123 stati parte. La Corte, che ha sede all’Aja, non ha mai aperto casi su questa base. In passato la CPi ha avuto riserve nell’aprire inchieste sulla base della “giurisdizione personale” sulla scorta che e’ piu’ opportuno che a farlo siano gli Stati membri.

Una alternativa sarebbe che l’Iraq desse alla corte giurisdizione limitata sull’area di Sinjar dall’agosto 2014, data in cui i jihadisti dell’Isis hanno attaccato gli Yazidi, che considerano adoratori del diavolo. La fede Yazida ha elementi di Cristianesimo, Zoroastrismo e Islam.

Ocampo ha auspicato che un esame preliminare possa essere avviato prima di novembre. Il passo successivo sarebbe l’apertura di una inchiesta formale da parte dell’attuale procuratore della CPI e, una volta raccolte prove adeguate, la richiesta di mandati di arresto.

La Cpi, venuta in essere il primo luglio 2002 nel giorno dell’entrata in vigore dello Statuto di Roma, ha l’obiettivo di integrare sistemi giudiziari nazionali e puo’ esercitare la sua giurisdizione solo in determinate condizioni, ad esempio quando i tribunali nazionali non sono in grado o non vogliono aprire azioni legali per crimini di guerra o genocidi, o quando il Consiglio di Sicurezza dell’Onu deferisce l’inchiesta alla Corte. (AB, 2 settembre 2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts