Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Unesco dedica a alfabetizzazione 2 giornate internazionali, proseguire sulla strada giusta

 

PARIGI – L’Unesco celebra domani e dopodomani a Parigi due giornate internazionale dedicate ad ”Alfabetizzazione e società sostenibili”, durante le quali saranno assegnati i Premi internazionali di alfabetizzazione 2015. Alle celebrazioni parteciperà la direttrice generale dell’organizzazione dell’Onu per  la cultura, Irina Bokova secondo la quale le giornate sono l’occasione per preparare il terreno per un’azione in favore dell’alfabetizzazione in vista dell’Agenda post 2015.scuole-africa[1]

Si tratta di discutere delle questioni da affrontare alla luce del ‘Quadro d’azione dell’Istruzione 2030’ discusso nel maggio scorso durante il Forum mondiale sull’Educazione che si è tenuto nella Corea del Sud, a Incheon, per poi adottarle durante la 38/ sessione della Conferenza generale dell’Unesco.

Sarà inoltre necessario dare seguito ai progressi di alfabetizzazione e controllare l’efficacia del coordinamento a livello mondiale per garantire gli sforzi in tema di alfabetizzazione.

L’appuntamento vuole anche ricordare il 50/o anniversario del Congresso mondiale dei ministri dell’Istruzione sull’eliminazione dell’analfabetismo che si tenne a Teheran nel 1965 quando venne elaborata la ‘Raccomandazione di Teheran’ sulla nozione di analfabetismo strutturale e sull’istituzione della Giornata internazionale dedicata a tale tema.

I dati dell’UNESCO parlano di una realtà con cui devono fare i conti 757 milioni di adulti in tutto il mondo. Due su tre sono donne e la maggior parte di loro vive nell’Asia meridionale e occidentale o nell’Africa sub-sahariana.Qualche miglioramento si è avuto, anche se i dati restano davvero molto lontani dalle aspettative: nel 2000 cento milioni di bambini non andavano a scuola, nel 2007 sessanta milioni, nel 2012 cinquantotto, il Report 2015 parla di cinquantasette milioni di bimbi che non siedono nei banchi.

Dopo un iniziale buon risultato c’è stato un rallentamento, ma il tasso di analfabetismo infantile si è quasi dimezzato mente il numero degli scolari è più che raddoppiato fra il 1990 e il 2012 (passando da 62 a 149 milioni). Un bambino su due che non va a scuola vive in zone con conflitti, nonostante queste aree coprano il 22% della popolazione in età da scuola primaria. Tra il 2000 e il 2015 i dati di crescita più soddisfacenti sono stati registrati nell’Africa Subsahariana dove c’è stato un aumento di venti punti percentuali del tasso di immatricolazione nell’istruzione primaria, a fronte di un +8% tra il 1990 e il 2000.

(MNT, 7 settembre  2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts