Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Camerun: INTERSOS tra popolazioni colpite attacchi Boko Haram

YAOUNDE –  Nella Regione dell’estremo nord del Camerun, gli attacchi delle milizie Boko Haram stanno mettendo a dura prova la sicurezza e la capacità di resistenza della popolazione civile. In questi giorni una missione di Intersos, unica Ong coinvolta, ha visitato l’area assieme a un convoglio di varie agenize delle Nazioni Unite per valutare le conseguenze dei più recenti attacchi contro i villaggi di Afade e Mblame.

Gli attacchi hanno costretto 20mila persone alla fuga, parte delle quali ha trovato rifugio nella città di Kousseri, dove gli operatori della Ong hanno incontrato Ie popolazioni sfollate e i rappresentanti locali per valutare i bisogni più urgenti. In conseguenza di questi attacchi, la maggioranza della popolazione sfollata torna alle proprie case nell’arco di alcuni giorni o settimane, ma deve fronteggiare le distruzioni perpetrate, non solo nei confronti delle abitazioni, ma dei granai e delle reserve di cibo.

L’emergenza alimentare, per una popolazione largamente dipendente da una agricoltura di mera sussistenza, è già diffusa e rischia di aumentare con il permanere dell’instabilità militare e l’estendersi delle violenze. Allo stesso modo appare urgente un intervento di prevenzione sanitaria (a partire dai servizi base come l’accesso all’acqua e le latrine) e garantire una campagna base di vaccinazioni.

In totale circa 5,5 milioni di persone vivono nell’area interessata dal conflitto tra Nigeria, Niger, Camerun e Ciad, la metà delle quali è stata costretta a fuggire a causa degli attacchi di Boko Haram.

“In questi giorni – sottolinea Giacomo Franceschini, responsabile regionale di Intersos – stiamo avviando un progetto di risposta rapida all’emergenza attraverso una rete di stoccaggio e distribuzione del materiale per intervenire entro poche ore dagli attacchi e stiamo sviluppando attività di sviluppo agricolo per migliorare le condizioni alimentari delle popolazioni sfollate”. (OI, 16 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts