Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Papa in Usa: Francesco ci entra da Cuba, da migrante

NEW YORK – Papa Francesco, che il 25 settembre parlera’ all’ONU, ha deciso di entrare negli Stati Uniti da Cuba, da migrante. Le migrazioni saranno uno dei temi al centro della visita del Papa, visto anche quel che sat succedendo in Europa. “Immagino che il Papa tratterà come uno dei temi più importanti della sua visita proprio quello della migrazione”, ha detto il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin alla Radio Vaticana.”E’  una preoccupazione costante del Papa, di fronte all’emergenza che ci troviamo a vivere in questi giorni”, ha detto Parolin, secondo cui il Pontefice si troverà a rivolgersi ad un Paese che ha una lunga storia di immigrazione e nello stesso tempo anche una lunga storia di apertura, di accoglienza e di integrazione delle varie ondate di immigrati che sono arrivati”.

Il cardinale Parolin all'ONU

Il cardinale Parolin all’ONU

Secondo Parolin, tutto questo può costituire davvero una base, un patrimonio sociale e culturale a partire dal quale affrontare anche le sfide odierne della migrazione e risolvere i casi che sono dolorosamente aperti. “Spero che questo incontro da parte del Papa che porta questo problema nel suo cuore e un Paese che ha conosciuto questo fenomeno nella sua storia possa offrire anche indicazioni per la soluzione dei problemi che attualmente si presentano da questo punto di vista”.

Il Papa arrivera’ a New York a Washington il 24 settembre sera dopo esser stato ricevuto alla Casa Bianca e dopo aver parlato al Congresso a Camere riunite. All’Onu, dove parlera’ davanti all’Assemblea generale, Francesco sara’ accolto dalla bandiera vaticana. L’annuncio di oggi da parte di fonti Onu segnala una svolta dopo che l’Osservatore Permanente all’Onu, monsignor Bernadito Auza, aveva escluso questa possibilità. La questione e’ potenzialmente spinosa. Il 10 settembre l’Assemblea Generale aveva approvato una risoluzione chiesta dai Palestinesi che permette agli Stati osservatori non membri – Vaticano e Palestina per l’appunto – di far sventolare la propria bandiera.

Per quel che riguarda la Palestina, la bandiera sventolera’ il 30 settembre con una cerimonia alla presenza del presidente dell’Anp Abu Mazen. (AB, 18 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts