Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Shakira, ambasciatrice Unicef: ‘E’ venuto il momento di fare di più’

NEW YORK – E’ il momento di dare una spinta importante agli investimenti dei paesi ricchi in favore dello sviluppo dei bambini nel mondo perché gli ultimi dati confermano i più sinistri scenari: è quanto ha chiesto la cantante Shakira, ambasciatrice itinerante dell’Unicef nel corso di una conferenza stampa a palazzo di Vetro dell’Onu, cui hanno partecipato anche il direttore esecutivo dell’UNICEF, Anthony Lake,  e il direttore del centro per lo sviluppo del bambino di Harvard, Jack P. Shonkoff.

”Oltre 100 milioni di bambini non sono scolarizzati e 159 milioni di  ragazze e ragazzi di meno di cinque anni sono colpiti da un ritardo di crescita, sia sul piano fisico che su quello cognitivo perché nessuno occupa di loro e non beneficiano mai di una nutrizione adeguata”, ha detto la cantante di origine colombiana.  A milioni i piccoli  ”ogni anno restano prigionieri dalla nascita dello stesso ingranaggio i cui denti sono povertà e assenza di prospettive- ha aggiunto – e credo che tutti ormai dovrebbero rendersi conto che è giunto il momento di investire in favore dell’infanzia, che resta un tema prioritario sul quale non c’è più un minuto da perdere”.a42c210f7f[1]

Shakira ha spiegato da dove viene la sua passione per le tematiche legate allo sviluppo del bambino. ”Lavoro in questo settore da quando ho 18 anni, cioè da quando ho fondato la mia associazione.  Abbiamo costruito scuole. Abbiamo lavorato con bambini appartenenti a famiglie che scappavano da situazioni disastrose nei loro paesi di origine o che abitavano in zone molto degradate della città. Siamo riusciti a portare l’acqua e l’elettricità in moltissimi villaggi. In tutti questi anni siamo riusciti ad avere un impatto positivo su più di 16.000 bambini. Le difficoltà però sono state molte. Ci siamo per esempio accorti che alcuni bambini non avevano avuto un’assimilazione appropriata durante i primi due anni di vita e quindi non erano pronti a imparare. Una volta capita la radice del problema, abbiamo potuto agire per cambiare la situazione e abbiamo iniziato a lavorare con i bambini  sotto i due anni. Un altro grande ostacolo è stato quello di trovare i capitali per far crescere i nostri progetti. In questo però siamo stati fortunati perché abbiamo sempre avuto l’appoggio del governo in ciò che stavamo facendo. Insieme abbiamo costruito molto. Investire sullo sviluppo del bambino genera grandi ritorni, non solo a livello economico. È il modo più efficace per garantire un mondo più pacifico e prospero. Per questo siamo qui oggi: dobbiamo coinvolgere più persone. I bambini devono diventare la priorità, devono essere al centro anche del dibattito politico. I soldi non sono tutto, dobbiamo investire sui piccoli”.

Lake ha elencato alcuni dati emersi dalle recenti ricerche scientifiche:”Il bambino assimila di più nei primi anni della sua vita. Ogni secondo, nel cervello del bambino, si connettono circa 1000 cellule. La scienza ha dimostrato che la mancanza di un’adeguata nutrizione non ha effetti negativi solo sulla salute del bambino ma anche sulle cellule celebrali, sfavorendo l’assimilazione di informazioni. Il cervello del bambino,senza cibo, non può svilupparsi come dovrebbe”.

”Anche la violenza – ha aggiunto Shonkoff – influenza l’evoluzione del bambino. Chi nasce in un contesto violento, ha meno possibilità di crescere in maniera sana. La scienza ha ormai dimostrato che la genetica e l’ambiente vanno di pari passo. Entrambi hanno un impatto sulla nostra formazione personale”.

(MNT,  23 settembre  2015)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts