Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Galletti all’ONU: da Papa “monito altissimo”, per clima e sviluppo “fatti, non parole”

NEW YORK – “Con un discorso emozionante di altissimo valore morale e politico, il Santo Padre ha indicato con chiarezza il legame indissolubile tra diritti umani, equità sociale e rispetto dell’ambiente. Questi valori vanno difesi congiuntamente con azioni concrete, cominciando dall’adozione dell’ Agenda 2030 e da una forte intesa sul Clima alla Cop21 di Parigi”. Cosi Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, commentando a New York il discorso di Papa Francesco Assemblea Onu.

Il ministro Galletti davanti alla Sfera di Pomodoro, dono dell'Italia all'ONU

Il ministro Galletti davanti alla Sfera di Pomodoro, dono dell’Italia all’ONU

Galletti, che a New York si fermerà’ fino a domenica, ha rappresentato il governo italiano nell’Aula dell’Assemblea con il preisdente della Commissione Esteri del Senato Pier Ferdinando Casini e con il Rappresentante Permanente all’ONU Sebastiano Cardi.  In calendario oggi il ministro ha cinque bilaterali con le piccole isole-stato in via di sviluppo (SIDS), per “sostenerle nell’avviare progetti e configurare gli impegni nazionali”. Ma non c’è tempo da perdere a livello internazionale: “Solo il 50 per cento dei Paesi hanno presentato i loro INDC che coprono il 60% delle emissioni. Bisogna allargare questa platea in fretta”, ha detto il ministro, accogliendo come un “passo in avanti rispetto al passato, la maggiore coscienza climatica” da parte cinese e statunitense. “I due Paesi non avevano firmato Kyoto e registrano i maggiori livelli di inquinamento al mondo. Occorre utilizzare al meglio questa nuova prospettiva, perché l’accordo di Parigi sia il migliore possibile”.

Il Papa in Assemblea Generale

Il Papa in Assemblea Generale

Secondo Galletti, d’altra parte, “definire le azioni va bene, ma poi queste azioni vanno messe in atto”. Serve una “coscienza comune che investa tutti”: i risultati sulla lotta al cambiamento climatico si otterranno “non solo se i governi fanno la loro parte, ma se tutti fanno la loro parte”, ha osservato commentando il caso Volkswagen e insistendo sul concetto di “ecologia integrale” reiterato dal Pontefice. Un riferimento che include “non soltanto la tutela dell’ambiente, ma anche giustizia sociale, lotta alle povertà e lotta alle ingiustizie”.

“Il Pontefice – ha detto Galletti – ha posto tutti i potenti della terra dinanzi a comuni responsabilità che devono prevalere sugli egoismi nazionali e sui calcoli economici. Ciò che viene prima sono i diritti di miliardi di persone, soprattutto dei poveri e degli esclusi in un Pianeta che non riesce più a sostenersi sia sotto il profilo della sostenibilità sociale che di quella ambientale”. “Un monito altissimo – conclude il ministro – che ha raggiunto il cuore e l’anima di tutti e che credo darà i suoi frutti nelle sedi internazionali per la definizione di un modello di sviluppo futuro più equo e più rispettoso delle risorse naturali”. (AB/AS 25 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts