Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Papa Francesco all’Onu: “No all’egoismo materialistico”

Il Papa in Assemblea Generale

NEW YORK- Al grido di “Viva il Papa!”, 350 funzionari dell’Onu, vincitori di una apposita lotteria, hanno salutato venerdì mattina Papa Francesco che, accompagnato dal segretario generale Ban Ki-moon, ha fatto un rapido giro del Palazzo di vetro con una auto elettrica. “Siete la struttura portante di questa organizzazione”, ha risposto il Pontefice, ringraziando tutti per il lavoro. Poi è andato nella grande aula dell’Assemblea generale dove, tra gli applausi di 193 delegazioni ha rivolto un solenne e accorato appello per la pace, la giustizia sociale e la difesa dell’ambiente, condannando al tempo stesso “la sete egoista e senza limiti per il potere e la ricchezza materiale”.

Tutti temi a lui cari, che però hanno trovato all’Onu una audience particolare: “In nessun altro luogo e da nessun altro palco un leader mondiale può parlare a tutta l’umanità”, ha ricordato lo stesso segretario generale Ban nella sua introduzione. E Papa Bergoglio non si è lasciato sfuggire questa occasione. Leggendo il discorso in spagnolo, interrompendosi spesso per gli applausi, ha ripetuto le sue preoccupazioni per le persecuzioni dei cristiani e ha chiesto un intervento concreto a favore dei poveri della Terra. “Sono esclusi dalla società, sono costretti a vivere con quel che viene scartato e soffrono delle conseguenze dei maltrattamenti all’ambiente”, ha detto, sottolineando come questi fenomeni facciano parte di una “cultura dello spreco” molto diffusa e in crescita.

Tanti vip in aula: la cancelliere tedesca Angela Merkel, la premio Nobel per la pace Malala, Bill e Melinda Gates. per l’Italia il ministro dell’ambiente Gianluca Galletti e il presidente della Commissione Esteri del Senato Pier Ferdinando Casini con l’ambasciatore Sebastiano Cardi.

Francesco, che è il quarto Papa a visitare il Palazzo di Vetro (ma Giovanni Paolo Secondo c’e’ venuto due volte), si è congratulato per quel che le Nazioni Unite fanno per superare i conflitti e difendere i diritti umani. Ha chiesto una “maggiore equità” nella composizione del consiglio di sicurezza. Si è rallegrato per l’accordo nucleare con l’Iran: “Un esempio del risultato di una buona volontà politica”. Ma ha anche criticato le grandi potenze per non essere riuscite a portare la pace in Medio Oriente, costringendo le popolazioni –il riferimento era a Siria e Iraq – “o a fuggire, o a pagare con la vita, o con la schiavitù, il loro amore per la pace e per il bene”.

Il discorso del Papa ha preceduto l’apertura del summit speciale per l’adozione degli SDG (Sustainable development goals), i diciassette obiettivi per uno sviluppo sostenibile. Di questi punti, alcuni sono molto vicini alla sensibilità del Vaticano, a cominciare dalla fuoriuscita dalla povertà e dalla lotta al cambiamento climatico. Solo su uno degli obiettivi la Santa sede ha espresso riserve, in linea con la sua posizione contro l’aborto e la contraccezione: l’eguaglianza di genere, assieme alla richiesta di garantire i diritti alle donne della salute sessuale e riproduttiva.

(AZ, 25 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts