Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EXPO, Italia e Libano unite dalla casa comune del Mediterraneo

National Day del Libano a Expo Milano (foto di Daniele Mascolo)

MILANO EXPO – “Il nostro padiglione è piccolo e modesto ma siamo fieri di essere qui a Expo Milano 2015”. Così ha dichiarato nel proprio messaggio Alain Hakim, Ministro dell’Economia e del Commercio, capo delegazione in occasione del National Day del Libano, in programma oggi all’Esposizione Universale. “Vogliamo portare un messaggio di speranza e di pace – ha aggiunto Hakim – e ringraziamo l’Italia per il supporto che ci ha dato nella partecipazione ad un evento così importante, eccezionale e unico. L’Esposizione Universale è uno dei più grandi eventi di questo inizio secolo”. Il Commissario Generale di Expo Milano 2015, Bruno Antonio Pasquino, nel dare il suo benvenuto alla delegazione libanese, ha ricordato come sia significativa la presenza del Paese: “Il Mar Mediterraneo è la nostra casa, un luogo dove culture e persone condividono una lunga storia, ma anche un futuro comune”.

Alain Hakim (foto di Daniele Mascolo)

Alain Hakim (foto di Daniele Mascolo)

Ospitato all’interno del Cluster del Bio-Mediterraneo, Pasquino ha poi sottolineato un aspetto importante del Paese mediorientale: “Il Libano, la cui cucina è la ‘perla del Medio Oriente’, mostra a tutto il mondo che il cibo può promuovere il dialogo tra le genti in un contesto di pace, dove la cultura tradizionale e le tecnologie moderne lavorano insieme per assicurare un avvenire migliore”.

Dopo la cerimonia ufficiale, la delegazione ha fatto tappa al Padiglione Zero e poi al Cluster del Bio-Med; successivamente ecco il pranzo a Palazzo Italia e nel pomeriggio le visite del Ministro Hakim ai padiglioni di Francia e Iran, tra gli altri.
Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni si è recato in visita ufficiale in Libano lo scorso luglio, quando ha incontrato le autorità libanesi e il  contingente italiano di UNIFIL presente nel Paese.  La missione internazionale UNIFIL in Libano è  nata con la risoluzione 425 adottata in data 19 marzo 1978 da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, a seguito dell’invasione del Libano da parte di Israele.  Le unità di UNIFIL, su richiesta del governo libanese, agiscono come “forze cuscinetto” tra i contendenti.  Sono circa mille i caschi blu italiani che servono nella missione ONU nella parte meridionale del Paese.   La partecipazione in UNIFIL fa’ si che l’Italia sia il primo contributore occidentale alle missioni di peacekeeping dell’ONU.  (OI, 26 settembre 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts